Da un’indagine condotta dal CIES Footbal Observatory, è emerso un dato molto importante riguardante i 5 top campionati europei

Il dato in questione, è una semplice differenza tra la posizione in una classifica del budget speso durante il mercato scorso (compresi gli stipendi), e l’attuale posizione in campionato. Questo valore poi viene usato per stilare una classifica dei club che più sono riusciti a valorizzare la propria rosa. Ecco un’analisi per ogni campionato.

PREMIER LEAGUE – La Premier è probabilmente il campionato più virtuoso del mondo. Ecco quindi che il Sunderland può arrivare a spendere fino a 133 milioni ed essere ultima in campionato. Oppure le varie WBA, Bournemouth e Burnley che con budget molto inferiori sono in cima a questa speciale classifica. Ma le super potenze? Le big inglesi si dividono. Chelsea, Liverpool e Tottenham si trovano nella metà alta, mentre City, United e Arsenal in quella bassa. Ricordiamo come le due di Manchester hanno speso qualcosa come oltre 1,3 miliardi in due e faticano non poco in campionato.

LIGA – Anche la Liga non scherza come investimenti ma questo ragionamento può essere fatto solo su alcuni club. Ciò che salta all’occhio è la debacle del Valencia che con un budget di 183 milioni situa solamente in 13esima posizione. Una nota di merito va ad Eibar ed Alaves che con un budget non superiore ai 15 milioni stazionano a metà classifica. Tra le big abbiamo una situazione di equilibrio senza troppe sorprese.

LIGUE 1 – Il campionato francese è quello con meno sorprese e meno stravolgimenti. Uniche eccezioni sono Nizza e Nantes in positivo e Lille, Marsiglia e Lorient in negativo. La mediocrità di questo campionato dimostra che chi ha i giocatori migliori alla fine ottiene anche le posizioni migliori in media.

BUNDESLIGA – In Germania tornano le sorprese. Se prendiamo in considerazione le prime 8 del campionato, escludendo solamente il Borussia Dortmund, abbiamo anche le prime 8 di questa speciale classifica. Ovviamente il Bayern staziona a metà mentre squadre come Friburgo, Herta Berlino e Colonia hanno fatto un ottimo lavoro da questo punto di vista. Malissimo club storici come Wolfsburg, Bayer Leverkusen, Amburgo e Schalke che ad ora hanno disputato un pessimo campionato.

SERIE A – Chiudiamo con il campionato del Belpaese. Sicuramente la sorpresa è stata l’Atalanta che con un budget di 34 milioni probabilmente entrerà in Europa. Elogiamo anche il Chievo che in fatto di valorizzare al meglio la rosa è un must degli ultimi 10 anni. Un plauso anche alle due romane che conquistano un paio di posizioni. La squadra più deludente da questo punto di vista non può che essere l’Inter. I nerazzurri hanno speso ben 301 milioni per ritrovarsi, ad oggi, ottavi. Un risultato assolutamente sotto le aspettative per il club con il budget più alto dopo l’attuale capolista Juventus.

Dopo questa analisi dei 5 top campionati europei, rimane il dubbio se bisogna davvero spendere per vincere. Sicuramente in un campionato mediocre sì, lo dimostra la Ligue 1. Ma in un campionato dove la competitività è più elevata basterebbe una buona gestione per ottenere buoni risultati.

di Stefano Pietrarelli

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI