Nuove in vista. Il terremoto scatenato da Mediapro riguardo ai diritti TV per il triennio 2018-2021 porterà ad un ulteriore “spezzatino” delle fasce orarie in cui sarà possibile seguire la Serie A. Secondo l’intermediario spagnolo, infatti, c’è la necessità di uniformarsi alla Liga sempre più.

Già da quest’anno, comunque, la Lega aveva optato per un avvicinamento al modello spagnolo, passando a 5 finestre orarie. Ora, con l’inserimento di Mediapro si passerrà ad 8 fasce orarie così suddivise:

SABATO: un match alle 15, uno alle 18 e il posticipo delle 20:30;

DOMENICA: un match alle 12:30, 3 match alle 15, una alle 18 e alle 20:45.

LUNEDI: un match alle 20:45.

Col monday night si chiuderanno le partite di Serie A, 8 fasce orarie in 3 giorni, uniformando il campionato alla Liga spagnola. C’è da aggiungere, però, che lo “spezzatino” sembra funzionare. Secondo Calcio & Finanza, infatti, “da quando è stato introdotto il lunch-match l’ascolto medio è passato da 365 mila spettatori a 425 mila con un incremento totale spalmato sulle 380 partite stagionali, di 23 milioni“.

Insomma, lo “spezzatino” ha portato dei benefici, ma la nuova distribuzione potrebbe anche destabilizzare il sistema e portare ad una protesta degli abbonati…

a cura di Matteo Tombolini (@MatteoTomb)

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI