2 gol annullati dal VAR, ma alla fine ci pensa Brozovic

“La solita Inter, avremmo detto se la partite fosse finita in parità. A Marassi, contro un’ottima Sampdoria, i nerazzurri passano in vantaggio per ben due volte, ma in entrambi i casi il VAR annulla le reti stroncando così sul nascere l’esultanza dei tifosi presenti a Genova. Il VAR che sembra essersi riacceso dopo le vacanze estive (prolungate, a quanto pare, fino a ieri sera). Giusto annullare le due reti nerazzurre, così com’è stato corretto annullare quella di Defrel.

Sembra un’altra, l’ennesima partita stregata per gli uomini di Spalletti. Ma l’Inter ci ha abituato a soffrire e si sa, la partita finisce solamente al triplice fischio dell’arbitro. All’ultimo minuto, su una palla vagante in area, Brozovic di destro trafigge Audero e stavolta né l’estremo difensore, né il VAR possono far nulla. La Pazza Inter esce dal campo con 3 punti che pesano quanto un macigno.

Analizzando la partita si vede un’Inter che fatica a segnare, che tira poco da fuori area e quando lo fa sono tiri innocui. Ci prova anche Candreva  con un tiro a giro di sinistro: il palo nega la gioia all’ex laziale. Vincere a Genova non è mai facile: sia per la squadra che hai davanti, sia per il pubblico molto caloroso. Alla fine, però, la spunta l’Inter che ora ha già la testa a martedì sera, quando a San Siro arriverà la Fiorentina, protagonista di un ottimo avvio di stagione. Una cosa è certa: il VAR pare si sia riacceso, mentre l’Inter non si spegne mai.

Marco Pirola ( @marcopirola_ )

Foto by inter.it