Il cammino del Sunderland in questo inizio di Premier League non può essere descritto senza l’utilizzo della parola terrificante: la sconfitta interna di sabato con l’Arsenal non ha fatto altro che trascinare ulteriormente il club nell’ultima posizione in classifica, occupata in solitaria con soli due pareggi all’attivo e un’impietoso zero nella casella delle vittorie.

Questi numeri, uniti alla recente eliminazione ad opera del Southampton dalla Coppa di Lega, certificano il pesante passivo accumulato in sole 10 gare, al quale la dirigenza sembra aver deciso di porre un ultimatum alla gestione del tecnico scozzese, arrivato in estate per sostituire il predecessore Sam Allardyce ma fino a questo momento effimera nei risultati.

david moyes

Il tabloid britannico Daily Mirror infatti, riporta come la società abbia lanciato un secco messaggio sull’esito che la squadra dovrà avere nel prossimo turno di campionato contro il Bournemouth: la vittoria.

Nel caso in cui il successo tardasse ad arrivare è infatti previsto il suo immediato esonero, per cercare di rimettere insieme i cocci di questa stagione ed evitare una retrocessione che, numeri alla mano, sembra inesorabilmente concretizzarsi.

Lorenzo Garbarino

PER TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI, SEGUICI SU AGENTI ANONIMI