Non avete potuto seguire tutte le partite della Serie A? Volete confrontarvi con il nostro metro di giudizio? Oppure, semplicemente, vorreste avere un quadro generale di ogni giornata della serie A? Allora questa rubrica fa davvero per voi!

Continua l’appuntamento settimanale riguardante la Serie A e quella che è stata, per me, la squadra della settimana ( formata dai giocatori migliori e peggiori ). Sceglierò, poi, ” the 3 best players ” e ” the 3 worst players ”, dando un’occhiata ai 3 veri top e flop in assoluto della giornata. Seguirà anche un breve riepilogo delle partite, vedendo le ” certezze ” e le ” sorprese ” del turno. Se avete perso la giornata precedente e volete dare un’occhiata, cliccate QUI.

 

RIEPILOGO DELLA GIORNATA: LE CERTEZZE…

La Roma di Fonseca ritorna fra le certezze della giornata, con una vittoria schiacciante per 5-1 contro il Bologna. A far compagnia loro ci sono la Juventus ( 3-1 col Genoa e ritorno di Dybala al goal ), Atalanta ( vittoria con la Fiorentina per 3-0 ), Napoli ( vittoria per 2-1 contro la Sampdoria ), Sassuolo ( vittoria di misura contro il Benevento: 1-0 ) ed Inter ( rimonta il Cagliari e segna ben 3 reti: 3-1. ). Vince anche l’Udinese e, pur avendo pensato di metterla fra le sorprese della giornata, ci ho pensato e ho notato che il modo in cui sia arrivata la sconfitta per il Toro non è proprio una novità dell’ultima ora ( sotto di 2 reti, il Torino riesce a rimontare in 2 minuti ed a farsi fare il goal della sconfitta nel minuto successivo… ). Ancora una sconfitta ed ancora una volta su rimonta per Giampaolo, indice che qualcosa andrebbe cambiata per sperare di non dover contare i punti salvezza.

 

E LE SORPRESE…

Vittoria inaspettata per il Crotone di Stroppa, il quale riesce a portarsi a casa i primi 3 punti di questo campionato. Nonostante il pareggio dello Spezia, con goal di Farias per l’ 1-1, la squadra di casa non si è abbattuta ed è riuscita a vincere per ben 4-1, sfruttando tutte le occasioni possibili e mantenendo freddezza e precisione. Vince, a sorpresa, anche l’Hellas Verona: la sorpresa, in questo caso, sta nel fatto che siano riusciti a battere anche la Lazio, confermando sempre più di essere una delle sorprese del campionato: 2-1. Infine, il Parma riesce a fermare il Milan: i rossoneri creano gioco, tirano, prendono pali e traverse ma, su gravi errori difensivi e di marcatura, subisce il doppio vantaggio del Parma. Poi però, su colpo di testa al volo di Theo hernandez, riescono prima a riaccendere la partita e poi, nel finale, a strappare un punto ( grazio alla fucilata di Theo ): 2-2.

 

Passiamo, adesso, ai singoli della giornata.

 

The 3 best:

3. THEO HERNANDEZ

Bronzo per Theo che, con una sua doppietta, permette al Milan di recuperare un punto contro il Parma. Avrebbe potuto guadagnare un posto più in alto qualora i Rossoneri avessero vinto, ma è un podio meritato a prescindere. Quando il Milan si addormenta e subisce il secondo goal, è lui che li risveglia e che riaccende le speranze. Bello il goal di testa su angolo ed ancor più bello quello da fuori area a partita quasi chiusa.

Voto: 7,5. #CavalloPazzo

2. HIRVING LOZANO

Ormai, quello che sta facendo Lozano in questa prima parte di campionato è qualcosa di livelli altissimi. Ci si chiedeva come poter marcare un giocatore rapido e scattante come Hirving, ma ecco che alla prima occasione valida ti segna di testa su assist Dries Mertens. L’assist che trova per Petagna, poi, impreziosisce maggiormente la prestazione, rendendolo uno dei migliori di questa giornata.

Voto: 8,5. #Elettrico

 

1. NICOLò BARELLA

Non voleva sfigurare contro la sua ex squadra e non vedeva l’ora di dimostrare quanto fosse cresciuto e divenuto importare per la squadra di Antonio Conte. Quando un centrocampista duttile e tuttofare come Nicolò segna un goal molto bello  ( valido per il pareggio ) e fornisce un assist altrettanto bello per D’Ambrosio ( valido per il vantaggio ), deve entrare di diritto fra i migliori della giornata. Mezzo punto in più rispetto a Lozano per il ruolo e lo spirito di sacrificio. Grande prestazione!

Voto: 8,5. #Tuttocampista

 

 

Passiamo ai flop:

The 3 worst:

3. SALVATORE SIRIGU

Forse ci si basa troppo sul nome che ha e si crede che possa esser lui a salvare il Torino ed aiutarlo a fare punti. Tolta qualche uscita commendabile, Sirigu finisce fra i peggiori perchè subisce indirettamente tutti gli errori dei propri compagni di reparto. Ritiro giusto per il Torino, il quale deve riorganizzarsi e trovare maggiore coesione. Sia per sè che per Sirigu.

Voto: 5,5. #PagaPerTutti

 

2. YANNICK KESSIè

Se il Milan si è trovare sotto di due reti contro il Parma, probabilmente è anche un po’ colpa sua. Non una giornata da ricordare per Kessiè, il quale si contende con il compagno di reparto Bennacer le due ( non ) marcature su Kurtic e Hernani. È mancato il solito specchio davanti alla difesa e ci sono stati troppi errori individuali durante il match. Può capitare.

Voto: 5. #GiornataNO

 

1. DANILO

Difesa del Bologna in difficoltà come non mai in questo campionato. Quello della Roma sembrava un attacco militare più che calcistico. Dalla sua parte, però, arrivano la maggior parte degli errori ( e dei goal subiti ). Il Bologna non ne esce bene e finisce anche in ritiro. Pessima giornata anche per lui.

Voto: 4,5. #Giornataccia

Termina qui l’analisi sulla undicesima giornata di Serie A. Cosa ne pensate? Fateci sapere la vostra con un commento. Al prossimo appuntamento!