Non avete potuto seguire tutte le partite della Serie A? Volete confrontarvi con il nostro metro di giudizio? Oppure, semplicemente, vorreste avere un quadro generale di ogni giornata della serie A? Allora questa rubrica fa davvero per voi!

Continua l’appuntamento settimanale riguardante la Serie A e quella che è stata, per me, la squadra della settimana ( migliore e peggiore ). Sceglierò, poi, ” the 3 best players ” e ” the 3 worst players ”, dando un’occhiata ai 3 veri top e flop in assoluto della giornata. Inoltre, come ultima novità, d’ora in avanti verrà fatto anche un breve riepilogo delle partite, vedendo le ” certezze ” e ” sorprese ” del turno. Se avete perso la giornata precedente e volete dare un’occhiata, cliccate QUI.

 

RIEPILOGO DELLE GIORNATA: LE CERTEZZE…

Tolte alcune situazioni particolari, che vedremo nella seconda parte, questa giornata di Serie A è stata abbastanza prevedibile e poco sorprendente. Sulla copertina, la vittoria della Roma per 3-0 contro il Parma, il quale neanche ci prova a contrastare i giallorossi. Vincono, però, anche Lazio ( su un campo difficilissimo e pieno di pozzanghere ), Juventus, Bologna, Sassuolo, Inter ( Giampaolo subisce l’ennesima rimonta ) ed Udinese, battendo avversari alla portata e senza particolari difficoltà.

 

E LE SORPRESE…

Fra le pochissime sorprese di questa giornata, invece, troviamo in copertina l’Atalanta. I Bergamaschi si fermano contro lo Spezia di Italiano, in una partita piena di occasioni ma senza reti. Continua il periodo negativo dell’Atalanta e, soprattutto in questa partita, hanno rischiato di poterla perdere per alcune disattenzioni. Segue, poi, la ( nuova ? ) Fiorentina di Prandelli, sconfitta in casa dal Benevento. Infine, troviamo la vittoria del Milan contro il Napoli di Gattuso, dove trova il goal anche il gioiellino Norvegese.

 

Passiamo, adesso, ai singoli della giornata.

 Top della settimana:

 

The 3 best:

3. CRISTIANO RONALDO

Cr7 ha fatto di tutto contro il Cagliari. Purtroppo, questa giornata ha avuto avversari più difficili da superare in ottica ” THE BEST ”. La prestazione in sè è stata davvero ottima, con una doppietta che stende un Cagliari ostico ( ma non pericoloso ). Soprattutto il primo goal spolvera quelle che sono le vere qualità di Ronaldo: brucia i difensori del Cagliari e, con un tiro forte, segna. Sul secondo goal, Cragno non può nulla. Così come tutto il Cagliari, in effetti.

Voto: 8. #Decisivo

 

2. ZLATAN IBRAHIMOVIC

Sul podio di oggi, troveremo soltanto grandissimi nomi. E, a dimostrazione di ciò, al secondo posto troviamo un altro grande attaccante come Zlatan. Ingaggia continui duelli aerei con tutta la difesa Napoletana, senza mai sfigurare. Anzi, al 20 esimo ringrazia Theo per il cross e colpisce con tanta forza il pallone di testa, insaccandolo al lato sinistro di Meret. Sigla, poi, la doppietta di ginocchio, facendosi trovare pronto sul palo più lontano. È il punto di riferimento di questa squadra ed ora, con l’infortunio, si teme che i Rossoneri possano risentirne.

Voto: 8. #DominIbra

1. ROMELU LUKAKU

Ma quanto è mancato Lukaku a Conte? Appena torna, decide di risolvere una partita molto complicata. Sullo 0-2 per il Torino, con una reazione immediata, l’Inter segna l’1-2 con Sanchez, su assist di Lukaku. Il Belga, poi, prende anche una traversa con un tiro al volo ed un palo esterno da fuori area. Alexis gli torna il favore e, con un tap in, segna il goal del pareggio. Da lì, tutto in salita per Giampaolo: calcio di rigore all’84esimo ed ancora goal di Lukaku. Nel finale infine, su contropiede, fornisce un altro assist, questa volta per Lautaro. Quello visto Domenica è stato un grandissimo giocatore che, ancora una volta, dimostra di essere sempre più imprescindibile.

Voto: 9. #BigRomelu

 

Flop della settimana:

 

The 3 worst:

3. ALEJANDRO GOMEZ

Se l’Atalanta pareggia con lo Spezia, perdendo punti importanti, è perchè qualcosa non va in avanti. Sostituito al 46esimo da Pasalic, il Croato si presenta più volte davanti al goal ed almeno ci prova, pur sbagliando clamorosamente. Papu è stranamente spento e poco convincente, così come la sua squadra. E non credo dipenda dalla Champions League, vedendo la situazione in classifica…

Voto: 5. #Spento

 

2. GIOVANNI DI LORENZO

Prestazione cupa dell’esterno italiano, ex Empoli. Di Lorenzo soffre tanto la pressione del Milan e, dalle sue parti, ne approfittano più volte i Rossoneri, soprattutto con Rebic. Ha l’occasione per dire la sua e mettere il Milan in difficoltà, ma prende la traversa da pochi centimetri. Non è solo un problema di collettivo, come accennava Gattuso, ma anche di alcuni singoli.

Voto: 4.5. #GiornataNO

 

1. BRUNO ALVES

La difesa del Parma non capisce nulla e, fra i difensori centrali, c’è solo confusione e difficoltà. L’attacco della Roma è in forma ed incontenibile. Alves, in particolare, si perde più volte gli avversari, subendo poi goal ( come quello di Borja Majoral ). Quando, poi, si accende MK, per il Parma è finita.

Voto: 4. #Disattento

Termina qui l’analisi sull’ottava giornata di Serie A. Cosa ne pensate? Fateci sapere la vostra con un commento. Al prossimo appuntamento!