Tredicesima giornata di Serie A – Continua l’appuntamento settimanale riguardante la Serie A e quella che è stata, per me, la squadra della settimana ( formata dai giocatori migliori e peggiori ). Sceglierò, poi, ” the 3 best players ” e ” the 3 worst players ”, dando un’occhiata ai 3 veri top e flop in assoluto della giornata. Seguirà anche un breve riepilogo delle partite, vedendo le ” certezze ” e le ” sorprese ” del turno. Se avete perso la giornata precedente e volete dare un’occhiata, cliccate QUI.

 

RIEPILOGO DELLA GIORNATA: LE CERTEZZE…

Altra grande prova per la Sampdoria di Ranieri, che riesce a battere il Crotone per 3-1. Jankto fa doppietta, Quagliarella fa goal e gliene viene annullato un altro anche nel finale, per fuorigioco. Bene anche la Juventus, che vince senza far respirare il Parma: 4-0. Il Torino, come da qualche giornata ormai, perde nuovamente il vantaggio guadagnato e subisce il goal del pareggio del Bologna: 1-1. Partita che si è accesa nel secondo tempo, dopo diverse occasioni sbagliate nel primo. Vince anche Milano, con una doppia vittoria contro lo Spezia ( 2-1 per l’Inter ) ed il Sassuolo ( 2-1 per il Milan ). Termina, infine, in parità Cagliari – Udinese.

E LE SORPRESE…

La Fiorentina, pur essendo in grave difficoltà, riesce a pareggiare con un Verona poco propositivo e concentrato, in una partita che finisce 1-1 con un doppio rigore. Contro un Genoa che doveva e deve far punti per salvarsi, il Benevento non si scoraggia e li travolge con un secco 2-0, sottolineando la differenza fra chi merita la zona retrocessione e chi la salvezza. Dopo il vantaggio iniziale per 0-1, la Roma viene travolta dall’Atalanta nel secondo tempo, subendo ben 4 reti. Termina, così, nuovamente la striscia positiva dei Giallorossi, i quali altre 4 reti dall’ennesima top ( dopo il Napoli ): 4-1. Citando proprio il Napoli, anche Gattuso perde e proprio con la Lazio. Tolta qualche occasione dei Campani, non c’è mai stata partita per loro: la Lazio si porta subito in vantaggio con Immobile, per poi chiuderla al 56esimo con Luis Alberto: 2-0.

 

Passiamo, adesso, ai singoli della giornata.

 

The 3 best:

3. CIRO IMMOBILE

In una giornata dove il Napoli non trova riferimenti in avanti, Immobile ne da e come alla Lazio. È il punto di riferimento in avanti assieme a Caicedo, coppia offensiva perfetta di questa squadra. Segna, al nono minuto, un gran colpo di testa volando sulla testa di Maksimovic. Poi, fornisce l’assist a Luis Alberto che lo premia e segna un gran goal da fuori nell’angolino lontano.

Voto: 8. #MaxiCiro

 

2. JOSIP ILICIC

Torna sul podio dei migliori e lo fa con una prestazione favolosa. Assist a Zapata per il goal del pareggio; assist a Goossens che, di testa, sorprende Mirante e segna il vantaggio; infine, goal del 4-1 con giocate da fuoriclasse. Tutto merito della scarsa applicazione della Roma o Ilicic è davvero tornato?

Voto: 9. #Josisback

 

1. ALVARO MORATA

Premio di migliore della giornata ad Alvaro Morata, perchè continua ad essere incisivo e fondamentale per la Juve. È suo l’assist per il goal dell’ex Parma Kulusevski, servendolo con il tacco; altro assist, questa volta di cross, per Cristiano Ronaldo; infine, per coronare la sua ottima prestazione, colpo di testa secco e partita conclusa in anticipo.

Voto: 9. #Moratonfire

 

Passiamo ai flop:

 

The 3 worst:

3. M’BALA NZOLA

Dispiace vederlo fra i flop del turno, visto il suo rendimento in campionato. Non è il solito Nzola, probabilmente anche perchè ha dinanzi una squadra di livello decisamente superiore alle altre affrontate. Mezzo voto in meno, valido anche per il podio, per l’errore banale in area che porta al rigore per l’Inter.

Voto: 5.5. #Decisivoalcontrario

 

2. JEREMY TOLJAN

Con la sua ( non ) marcatura, delizia il goal di Leao che vale come goal più veloce fra i 5 campionati top. Spesso in difficoltà quando il Milan attacca, soprattutto negli spazi aperti.

Voto: 5. #ToljaNein

 

1. JORDAN VERETOUT

È stato davvero molto difficile dover scegliere fra Veretout e Mirante. È vero che il portiere si è fatto sorprendere sul 2-1 e ha subito ben 4 reti ma Veretout, assieme a tutti gli altri, ha la colpa di fornire l’assist vincente a Muriel e di essere quasi inesistente a centrocampo. L’errore è grave e va penalizzato.

Voto: 4.5. #Erroraccio

Termina qui l’analisi sulla tredicesima giornata di Serie A. Cosa ne pensate? Fateci sapere la vostra con un commento. Al prossimo appuntamento!