Sono passati circa sei mesi dall’inizio della stagione, ma per Moise Bioty Kean e Leonardo Spinazzola questa potrebbe ricominciare ufficialmente stasera. I due, infatti, dopo un lungo periodo ai margini per circostanze di varia natura, sono candidati ad indossare una maglia da titolare nel match di Coppa Italia che vedrà la Juventus opposta al Bologna di Pippo Inzaghi.

Una chance da sfruttare, per mettersi in evidenza e per convincere Allegri a puntare su di loro anche in ottica futura, quando ci saranno tante gare all’orizzonte e le energie verranno meno nei titolarissimi. Occasione importante per Kean, che, vista l’assenza forzata di Mario Mandzukic (si ipotizza stop per un mese), rimane l’unica vera prima punta di ruolo in rosa; diverso il discorso per Spinazzola, reduce da un grave infortunio ed ormai pronto a dare una mano ai compagni per il proseguo della stagione.

Sarà una partita strana quella che andranno ad affrontare i due bianconeri, un match su due fronti, quello del campo e quello del calciomercato: Bologna come avversario, Bologna come pretendente. Gli emiliani, infatti, hanno avanzato richieste per entrambi i calciatori, al fine di innestare quella marcia in più in grado di ridare linfa vitale nella corsa per la salvezza.

Complicatissimo il discorso riguardante il giovane attaccante: la Juventus non ha assolutamente intenzione di lasciarlo andare nel corso della stagione e, nonostante lo scarsissimo impiego, la società ha più volte reso noto di puntare forte sul vercellese. Oltre al Bologna per lui si son fatti avanti in molti, partendo dal Chievo e finendo a Marsiglia ed Ajax, forse in una trattativa apripista per l’operazione de Ligt; corteggiamento rispedito al mittente e Kean destinato a rimanere in bianconero fino al termine dell’annata sportiva.

L’operazione che coinvolge Spinazzola lascia intravedere qualche spiraglio di riuscita, seppur l’imperativo di Paratici sia quello di non andare ad indebolire una rosa competitiva come quella da lui stesso allestita. E’ di ieri l’incontro tra l’agente del giocatore e Bigon, con segnali positivi da ambo le parti e, soprattutto, la voglia del laterale sinistro di rimettere nelle gambe minutaggio. Sarà fondamentale il parere di Allegri, che stasera potrà definitivamente valutare ciò che Spinazzola può dare alla squadra in termini d’apporto, riflettendo anche sui tempi di recupero di Cuadrado che sarà out almeno fino a marzo.

a cura di E.Menegatti (@44gattdernesto)