A due mesi e mezzo di distanza dalla storica e sfortunata frase sugli extracomunitari di troppo nel calcio italiano, la Commissione Disciplinare dell’Uefa, dopo una lunga ed accurata indagine, ha deciso di sospendere il nuovo presidente della Figc, Carlo Tavecchio, per sei mesi. Uno stop che però interesserà solo gli incontri nelle Commissioni Uefa ed il congresso in programma il prossimo Marzo, Tavecchio potrà continuare a svolgere, in tutto e per tutto, il suo ruolo di presidente federale.

Una punizione non troppo severa considerando che L’Uefa non avrebbe potuto non intervenire, viste anche tutte le iniziative prese in questi anni sul tema della discriminazione razziale. Non un buon inizio dunque per l’uomo che dovrebbe rappresentare la rinascita del calcio italiano.

 

Vito Lecce

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.