Negli ultimi anni l’Inter e i suoi tifosi non hanno avuto molti momenti per gioire. Al contrario del proprio allenatore Luciano Spalletti. Anche l’anno scorso infatti, con la Roma era riuscito a centrare la qualificazione in Champions League ai danni proprio dei nerazzurri e dei tanto odiato cugini. Il caso curioso è che anche quest’anno l’allenatore toscano si è garantito l’accesso alla Champions con un pareggio in casa e una vittoria fuori casa con la diretta concorrente, la Lazio. L’anno scorso fu l’Inter a subire questo verdetto quando, alla guida dei giallorossi, Spalletti pareggiò all’Olimpico con l’Inter allenata da Roberto Mancini e vinse a San Siro, nel frattempo guidata da Stefano Pioli.

L’Inter in estate ha deciso quindi di affidarsi ad un allenatore che ha nelle sue corde la qualificazione in Champions. E visto che l’obbiettivo è stato centrato dopo ben sei anni di lontananza, si presume che l’allenatore continui la sua avventura con i nerazzurri. Mentre l’anno scorso non bastò il terzo posto a garantire la panchina al tecnico toscano che, anche per motivi di spogliatoio (il difficile rapporto con Totti) decise insieme alla società di separarsi dalla Roma. Accasandosi poi a Milano ottenendo lo stesso risultato sportivo.

A cura di Nicolò Costa