Dopo la scalata dalla Seconda Divisione alla Serie A, arriva la lieta notizia. Manuel Lazzari rinnova con la Spal fino al 2021. Non molla l’Udinese, che parlerà con i biancazzurri per avere il ragazzo dopo l’ufficialità del nuovo prestito di Meret a Ferrara.

In quattro anni, Lazzari ha collezionato 128 presenze, offrendo sette assist nell’ultima stagione. Una bandiera ferrarese, a cui la Spal non vuole rinunciare nel momento del grande salto. La notizia era stata anticipata due giorni fa dal quotidiano La Nuova Ferrara. Lazzari sarebbe però perfetto nel 4-4-2 di Delneri, a cui serve un’ala giovane e di talento da poter schierare su entrambe le fasce. Ci sarebbe anche l’interesse del Torino, in quanto Manuel sarebbe considerato da Mihajlovic uno dei migliori prospetti italiani.

In settimana arriverà l’ufficialità del ritorno per un’altra stagione di Alex Meret, confermato a difendere i pali della Spal anche nella stagione di esordio in A. Il portiere sembrava destinato al Napoli, ma la famiglia Pozzo preferisce testarlo ad alti livelli da titolare, mentre in azzurro farebbe il secondo. Una piazza senza eccessive pressioni, l’ideale per non bruciare uno dei migliori talenti azzurri in porta.

In entrata, la Spal ha di fatto chiuso per Viviani, centrocampista dal Verona già testato nella massima Serie, e per Rizzo dal Bologna. Già presi Felipe e Oikonomou in difesa e Mattiello a centrocampo, la prima Spal da A prende forma. Si attendono solo le conferme di Vaisanen e Konate in difesa, poi i biancazzurri sarebbero quasi al completo. Il sogno sarebbe scritturare un paio di esuberi top dalla Lazio come Djordjevic (meno probabile Marchetti, significherebbe far fare panchina a Meret). Il gruppo di Semplici sta per decollare.

Stefano Francescato