Finalmente ci siamo: siamo arrivati al giorno del giudizio, il giorno di Spagna – Italia. Tra poche ore, sul campo del Santiago Bernabeu (calcio d’inizio alle 20:45), si romperà ogni indugio, con l’Italia di Ventura alla disperata caccia dei 3 punti che gli permetterebbero (così come d’altro canto anche alla Spagna) di blindare il primo posto nel girone, l’unico posto che garantisce l’accesso diretto al Mondiale di Russia 2018. 

Ma come ci arrivano le due squadre?

La Spagna di Lopetegui si trova appaiata con l’Italia in testa al girone con la bellezza di 16 punti, ma a far pendere l’ago della bilancia a favore della Roja è la differenza reti: + 18 per gli spagnoli, + 14 per gli azzurri. Un gap di 4 gol che, in caso di pareggio nello scontro diretto di questa sera, non sarebbe affatto semplice da colmare per la banda di Ventura specie considerato sia che, dopo il big match di oggi, mancheranno solo 3 partite al termine delle Qualificazioni e sia la scarsa propensione alle goleade dei nostri (a differenza degli spagnoli). 

Come stanno preparando la gara le due nazionali?

L’Italia, tra le due, è sicuramente quella che ha meno da perdere poiché consapevole che in caso di pareggio difficilmente riuscirà a superare la Spagna per differenza reti; per questo motivo il ct Ventura sta pianificando una gara votata all’attacco, nonostante debba fare i conti con il pesante forfait di Chiellini che ha complicato leggermente i piani azzurri. I principali dubbi nella testa dell’ex tecnico del Torino riguardano specialmente il modulo: c’è la soluzione 3-4-3 che vedrebbe Barzagli e Bonucci (sicuri del posto) affiancati da Rugani, con Conti e Darmian sulle corsie, Verratti e De Rossi in mediana e il tridente composto da Candreva, Belotti e Insigne, oppure quella pazza opzione 4-2-4 (che poi si atteggerebbe a 4-4-2 in fase di non possesso), con l’uscita di Rugani, l’inserimento di Immobile al fianco di Belotti con Candreva e Insigne larghi, e l’arretramento sulla linea dei difensori di Conti e Darmian. Non vanno però escluse sorprese poiché Ventura, grande maestro di pretattica, è solito stupire. In casa iberica invece Lopetegui ha dubbi principalmente solo su chi schierare come terzo di centrocampo, con Thiago Alcantara e Iniesta che si contendono il posto. Il favorito sembrerebbe essere Don Andrés, mentre in avanti potrebbe non esserci il tridente, bensì Isco a supporto di Silva e Asensio, l’uomo del momento a livello europeo. Opzione falso nueve c’è sembra dunque calda per la Furia Roja.

PROBABILI FORMAZIONI

SPAGNA: De Gea; Carvajal, Ramos, Piqué, Jordi Alba; Koke, Busquets, Iniesta (Thiago Alcantara); Isco (Morata), Silva, Asensio. Ct: Lopetegui

ITALIA (4-2-4): Buffon; Conti, Barzagli, Bonucci, Darmian; De Rossi, Verratti (Montolivo); Candreva, Belotti, Immobile, Insigne. Ct. Ventura

A cura di Giacomo Lattuada (Twitter: @LattuadaGiacomo)
PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUITECI SU AGENTI ANONIMI!