slimani

La scorsa stagione è stato uno dei centravanti più prolifici del panorama europeo. Il rapporto presenze/gol segnati è stato semplicemente strepitoso: ben 27 reti messe a segno in 33 partite nella Primeira Liga. Stiamo parlando di Islam Slimani, attuale attaccante del Leicester del nostro Claudione Ranieri e giocatore inamovibile dell’Algeria. E’ arrivato in Inghilterra per 30 milioni di euro più bonus, una cifra altissima per uno che deve giocarsi il posto con Jamie Vardy, una divinità da quelle parti.

Il Leicester, attualmente, non sta vivendo un grande periodo di forma, ma l’attaccante algerino ha già messo a segno 3 gol in altrettante partite giocate, il più importante senza dubbio è quello contro il Porto nella seconda giornata di Champions League.

Adesso, facciamo qualche passo indietro. Slimani, prima di essere acquistato dallo Sporting Lisbona, giocava nel campionato algerino, ovvero al CR Belouizdad. E prima di approdare in Portogallo è stato vicino a vestire la maglia di qualche club di Serie A, come confermato anche dal suo agente Stefano Salvini (niente a che vedere con il politico, ndr):”Era il gennaio del 2013 e Slimani giocava nel Belouizdad. Aveva solo 24 anni, ma già s’intravedevano le sue enormi potenzialità. All’epoca giocava poco in Nazionale, ma decisi di prendere contatto con l’agente del calciatore. Appresi che il club algerino era insolvente, c’era l’occasione di acquistare Slimani per circa 400 mila euro. L’ho proposto a Verona, Sampdoria, Torino, Palermo e Chievo. Purtroppo in Italia i calciatori che giocano nei club di medio-basso profilo, vengono poco considerati. Io mi chiedo, prendere un giocatore a milioni di euro è facile, ma ora che valore ha raggiunto Slimani?“.

Parole forti, sicuramente sarebbe stato bello vedere un attaccante del genere in Serie A. Ma avrebbe fatto così bene? Sarebbe arrivato dov’è oggi? Non lo sapremo mai con certezza, ma sicuramente il percorso sarebbe stato un po’ più lungo e difficile…

di Nico Bastone

boxtv-tv