Giornata domenicale che si apre con il commovente tributo a Davide Astori, con la Fiorentina che batte il Benevento per 1-0.

Il risultato più sorprendente del pomeriggio è senz’ombra di dubbio la larga vittoria del Crotone in casa, che annienta una Sampdoria decisamente confusa, imprecisa e disorganizzata. Il mattatore di giornata è Trotta, che con una doppietta regala i 3 punti a Zenga. Nel 4-1 finale partecipano anche Stoian, che ribadisce in rete la respinta di Viviano sul rigore dello stesso Trotta, Zapata che segna il gol della bandiera e, in conclusione, un pasticcio tra Silvestre e Viviano.

Punto pesante del Cagliari in casa, che ferma sul 2-2 la Lazio, apparsa un po’ imprecisa ed appannata. Apre le danze Pavoletti, che ribadisce in rete dopo la traversa colpita da Han. Pareggia i conti Ceppitelli, che sbaglia porta e infila Cragno. Nel secondo tempo pasticcio tra Strakosha e Luiz Felipe che regalano il rigore al Cagliari, che un freddissimo Barella trasforma. Al 95′, con l’ultimo assalto, Immobile si inventa un fantastico gol di tacco.

1-1 tra Spal e Sassuolo, dove i neroverdi sprecano tanto e perdono due punti pesanti in ottica salveezza. Al gol di Antenucci risponde Babacar su rigore. Da segnalare un ulteriore rigore assegnato al Sassuolo, ma Politano si fa ipnotizzare da un ottimo Meret.

Finale col brivido a Bologna: un’Atalanta meglio organizzata e ben messa in campo la spunta al dall’Ara grazie al gol all’83 dell’uomo col turbante Marten de Roon.

Gabriele Amerio (@gabrieleamerio)

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI