Da poco terminati i match del pomeriggio della tredicesima giornata di Serie A. Andiamo a vedere quanto è successo in campo (ricordiamo che il match delle 12:30 Crotone – Genoa, si è concluso 0-1).

Benevento – Sassuolo (1-1; 58′ Matri, 65′ Armenteros, 90′ Peluso)

Niente da fare per il Benevento, che perde ancora e resta a 0 punti. Dopo il goal del momentaneo pareggio di Armenteros, Letizia commette un’ennesimo fallo e si fa espellere. Il Sassuolo ci prova in ogni modo e nel finale succede di tutto. Berardi sbaglia un rigore, confermando il suo momento no, e poi arriva il goal vittoria di Peluso per i neroverdi. Sassuolo che così controsorpassa il Genoa.

SPAL 2013 – Fiorentina (1-1; 43′ Paloschi, 80′ Chiesa)

La Spal trova il terzo risultato utile consecutivo, mentre la Fiorentina si salva dalla terza sconfitta consecutiva. Al 32′ viene annullato con la VAR un goal irregolare alla Fiorentina (Dias era in fuorigioco), arriva poi il vantaggio per la Spal di rapina. La Fiorentina ci prova, trovando all’ottantesimo il pareggio, ma complessivamente i ferraresi forse meritavano qualcosa di più. Per la Spal questo pari è ottimo, come il Sassuolo controsorpassa il Genoa.

Sampdoria – Juventus (3-2; 52′ D. Zapata, 72′ Torreira, 79′ G.M. Fearrari, 90′ Higuain, 90′ Dybala)

Storico per la Sampdoria che fa 6 vittorie su 6 partite in casa. La Juve spreca tantissimo (tra cui un contropiede clamoroso 3 contro 1). Si vede la mano di Giampaolo: la Samp è ben organizzata e gioca un buon calcio. Dopo il primo tempo, dominato dai bianconeri, i blucerchiati raggiungono un doppio vantaggio: la squadra di Allegri perde le misure e si sfalda, subendo il 3-0. Al 90′ un ingenuo fallo di Strinc su Douglas Costa regala un rigore alla Juve, che si riscuote e segna il 3-2 con Dybala. Partita a tratti un po’ nervosa. Juve a -4 dal Napoli.

Torino – ChievoVerona (1-1; 14′ Hetemaj, 34′ Baselli)

Dopo un primo tempo vivace con un goal per parte, la partita si addormenta un po’. Al 71′ grandissima occasione per il Toro: contatto Cesar-Belotti, l’arbitro fischia rigore. Il Gallo però sbaglia (che non abbia smaltito la delusione della nazionale?) dando continuità al suo momento negativo. Il Chievo termina poi in 10 per l’espulsione di Radovanovic dopo un battibecco con Niang. Risultato giusto, ma il Torino questa stagione sta evidentemente rendendo meno del suo potenziale, che non è affatto limitato.

Udinese – Cagliari (0-1; 55′ Joao Pedro)

Partita decisamente vivace, ma caratterizzata da diversi errori tecnici da parte delle due squadre. Bizzarri e Rafael si superano, con due grandi parate per tempo. Nel finale (sono stati dati 6 minuti di recupero), Bizzarri viene espulso e lascia i suoi in 10: in porta è andato Samir. La partita finisce tra la confusione e le polemiche. Il Cagliari conquista il secondo successo esterno, mentre l’Udinese la quarta sconfitta interna, male questo avvio di campionato per i friulani.

Vi ricordiamo gli appuntamenti calcistici di questa giornata di Serie A continuano: questa sera alle 20:45 Inter – Atalanta, mentre domani, per il monday night, Hella Verona – Bologna (20:45). Per ulteriori approfondimenti sui match e per le interviste ai protagonisti, restate sempre qui su agentianonimi.com.