Al Dall’Ara, torna alla vittoria il Milan dopo 6 partite, battendo 2-1 il Bologna grazie alle reti di Çalhanoğlu e Bonaventura.

Roberto Donadoni schiera i felsinei con un 4-3-3 che vede il tridente composto da Simone Verdi, Rodrigo Palacio e Riccardo Orsolini e, a centrocampo, l’ex di giornata, Andrea Poli. Dall’altra parte, per rialzare la testa, Gennaro Gattuso schiera i suoi con il consueto 4-3-3, con Manuel Locatelli al posto di Lucas Biglia e con il ritorno di Suso e Hakan Calhanoglu dal primo minuto, a sostegno di Patrick Cutrone.

Pessimo approccio alla gara da parte dei Rossoneri, con i felsinei che sfiorano subito la rete con Andrea Poli dopo pochi minuti. Poi, il Bologna passa: infatti, al 18, dopo il palo colpito di testa da Adam Nagy, Palacio trova la rete. Tuttavia, l’attaccante argentino si trova in offside. Il Milan, però, al primo affondo passa: infatti, al ’33, un missile di Hakan Çalhanoğlu batte Antonio Mirante e si va ad infilare nell’angolino. Immediata la risposta del rossoblu, che trovano il pareggio con Riccardo Orsolini. Però, questa volta è il VAR ad annullare, a causa del tocco di mano di Palacio. A quel punto, i padroni di casa si spingono in avanti, e i Rossoneri li puniscono: infatti, su errore di un difensore, Çalhanoğlu serve Giacomo Bonaventura che, solo davanti al portiere, non può sbagliare.

Nella ripresa, il Milan torna in campo più convinto, e sfiora il terzo gol con Davide Calabria, che colpisce un palo. Poco dopo, ancora Rossoneri in avanti, con Suso che, dopo una splendida apertura di Çalhanoğlu fallisce davanti al portiere. Poi, col passare dei minuti, sale il Bologna che, al ’73, trova il gol con Sebastián De Maio, che di testa anticipa tutti. A quel punto, il Milan va in panico e, ancora una volta, è Gianluigi Donnarumma a salvare il risultato, con una grande parata sul tiro di Felipe Avenatti.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI