Con la compilazione dei calendari manca sempre meno all’inizio del campionato. La stagione è alle porte e ogni squadra lotterà per il proprio obiettivo. Oggi vedremo quelle che, verosimilmente, saranno le squadre impegnate nella lotta per salvarsi, ovvero Spal, Benevento, Verona (le tre neo promosse) e Crotone.

Spal: 

Spal: (3-5-2) Meret; Oikonomou, Vicari, Felipe; Lazzari, Viviani, Rizzo, Schiattarella, Mattiello; Antenucci, Paloschi.

Così i ragazzi di Semplici affronteranno la Serie A guadagnata sul campo dopo più di mezzo secolo. Tanti acquisti dove si vede un mix di esperienza e giovani che nella massima serie potrebbe funzionare. La Spal ha operato molto bene sul mercato portando a Ferrara giocatori già navigati in Serie A come Felipe e Oikonomou, pronti a guidare il reparto arretrato con la loro esperienza, Viviani e Rizzo, direttamente da Bologna dopo una stagione altalenante e il fiore all’occhiello Paloschi per il qualche non serve una presa presentazione. Pochissima spesa nella speranza che il campo dia ragione alla dirigenza ferrarese e possa portare alla fine ad una salvezza che avrebbe un sapore davvero magico.

Benevento:

Benevento (4-4-2): Belec, Letizia, Lucioni, Costa, Di Chiara, Ciciretti, Chibsah, Cataldi, D’Alessandro, Ceravolo, Coda

Il Benevento si presenta alla prossima Serie A con una rosa ancora da completare, ma già pronta a lottare con le unghie e con i denti per guadagnarsi la salvezza. Marco Baroni spera ancora in qualche regalo del presidente Oreste Vigorito per garantire qualche sicurezza in più. Dopo gli acquisti con la formula del prestito con obbligo di riscatto di Marco D’Alessandro (Atalanta) e il prestito di Danilo Cataldi (Lazio), le Streghe stanno lavorando per chiudere altri due colpi importanti: si tratta dell’attaccante classe 1995 della Lazio, Ricardo Kishna e Alberto Brignoli, portiere classe 1992 della Juventus. Per quanto riguarda l’olandese, nei prossimi giorni, Vigorito e il ds Salvatore Di Somma, si incontreranno con Mino Raiola, agente del giocatore, per limare gli ultimi dettagli. Per quanto riguarda il portiere bianconero, invece, manca solo l’ufficialità dell’operazione. Brignoli, infatti, arriverà con la formula del prestito secco, anche se non è da escludere l’aggiunta di un diritto di riscatto in favore della squadra campana. In uscita, invece, le Streghe lavorano alle cessioni di Karamoko Cissè che piace sia al Foggia che alla Virtus Entella e Daniel Agyei, in uscita dopo il rientro dal prestito all’Ancona.

 

Verona:

Verona (4-3-3) – Nicolas; Romulo, Heurteaux, Caracciolo, Souprayen; Buchel, Zuculini, Bessa; Cerci, Pazzini, Verde.

Terza e ultima neopromossa il Verona è la squadra, del terzetto, più abituata a giocare nella massima categoria ed è anche quella che presenta una rosa, almeno sulla carta, più forte. Oltre alle numerose conferme di coloro che ha contribuito alla promozione ci sono alcune novità piuttosto interessanti come: Hertaux, esperto difensore che arriva da Udine, Buchel dall’Empoli, Verde che fa parte del vivaio della Roma e che può vantare già qualche esperienza in Serie A e  poi il vero e proprio colpo che porta il nome di Alessio Cerci, inadeguato ad altissimi livelli ma assolutamente valido in una squadra che lotta per salvarsi. A questi c’è da aggiungere anche Caceres con il difensore ex Juventus che sarà ufficiale a breve e giocherà a Verona fino a gennaio, quando poi si trasferirà alla Lazio. Il mercato degli scaligeri, in ogni caso non è finito: fino all’ultimo si punterà ad un giovane come vice Pazzini. I nomi forti sono Sadiq della Roma e Kean della Juventus.

Crotone:

Crotone (4-4-2): Cordaz, Sampiris, Ceccherini, Cabrera, Martella, Stoian, Rohden, Izco, Kragl, Trotta, Budimir.

Infine, veniamo al Crotone. Gli Squali sono riusciti a salvarsi in zona Cesarini la scorsa stagione, divenendo protagonisti di un grande finale di campionato. Dopo che i calabresi hanno dovuto dire addio a Diego Falcinelli, rientrato al Sassuolo dopo il prestito in cambio di Marcello Trotta, e la cessione di Leonardo Crisetig, Davide Nicola ha chiesto al presidente Gianni Vrenna qualche rinforzo, in vista di un campionato più tranquillo rispetto a quello passato. Dopo il riacquisto di Ante Budimir dalla Sampdoria e gli arrivi del difensore uruguaiano del Real Saragozza, Carlos Cabrera, di Mariano Izco dal Chievo e del tedesco Oliver Kragl dal Frosinone, il Crotone sta pensando di rinforzarsi ancora: il ds Giuseppe Ursino, infatti, sta trattando con il Torino l’acquisto di Arlind Ajeti, difensore albanese classe 1993. I calabresi, però, guardano anche al futuro: infatti, si sta trattando l’acquisto di Giovanni Crociata, giovane centrocampista della Primavera del Milan. L’operazione dovrebbe essere formalizzata quando il ds rossonero Massimiliano Mirabelli rientrerà a Milano.

 

A cura di Filippo Rivani e Andrea Fabris (@andreafabris96)