Dopo 15 anni di attesa, il Senegal tornerà a disputare i Mondiali di calcio: infatti, con la vittoria di ieri sera contro il Sudafrica – ripetizione della partita del novembre 2016 –  con uno 0-2 firmato da un gol di Sadio Mané e un’autorete di Thamsanqa Mkhize, i Leoni di Teranga hanno staccato il pass per Russia 2018, garantendosi il primo posto nel Girone D con una giornata d’anticipo, non potendo più essere raggiunti dai Bafana Bafana, dalla Burkina Faso e da Capo Verde.

L’ultima volta del Senegal ai Mondiali risale, come già detto, a 15 anni fa, nell’edizione disputata in Corea e Giappone. Lì, riuscì a qualificarsi alla fase finale dopo essere arrivata davanti alle più quotate Egitto, Nigeria e Marocco. Guidata dalla stella El Hadji Diouf, la nazionale africana fu inserita nel Gruppo A con Francia, Uruguay  e Danimarca, rivelandosi come una delle sorprese della competizione. Al debutto, una rete di Papa Boupa Dioup regalo 3 punti al Senegal contro i transalpini campioni in carica; poi, i due pareggi con Danimarca e Uruguay consentirono ai Leoni di Teranga di accedere agli ottavi di finale come seconda classificata. Agli ottavi, a cadere fu la Svezia, grazie alla doppietta di Henri Camara, che decise la sfida al Golden Gol. Ai quarti, però, gli africani dovettero capitolare sotto i colpi della Turchia.

Negli anni successivi, però, gli ottimi risultati in Coppa del Mondo non portarono i frutti sperati e il Senegal non riuscì a qualificarsi né per Germania 2006 né per Sudafrica 2010, aggiungendovi, inoltre, delle non ottime prestazioni in Coppa d’Africa. Con l’inizio del nuovo decennio, le cose sono leggermente migliorate e, ai buoni risultati in Coppa d’Africa è seguita anche una qualificazione ai Mondiali di Brasile 2014 sfuggita solamente ai playoff.

Con un organico di tutto rispetto e qualche giocatore di livello internazionale, gli africani tenteranno di ripetere la grandissima cavalcata del 2002. Su tutti, spiccano l’attaccante del Liverpool, Sadio Mané, il laziale Keita Baldé e il centrale difensivo del Napoli, Kalidou Koulibaly. Con ottime prestazioni, poi, dal nostro campionato potrebbero arrivare altri talenti, come Alfred Gomis e Mbaye Niang (Torino), Ibrahima Mbaye (Bologna) e Khouma el Babacar (Fiorentina).

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI