Abreu

In Sudamerica l’appellativo ”Loco” viene destinato a pochi eletti: matti simpatici, oppure matti dal punto di vista tattico (Sampaoli e Bielsa), ma ci sono anche i veri matti. Sebastian Abreu rientra decisamente in questa categoria, e la sua carriera lo dimostra: 24 anni nel futbol, senza mai scendere a compromessi, 24 anni nei quali si può dire che abbia letteralmente girato il mondo. Loco nella vita, Loco in campo: chi si ricorda il folle cucchiaio nel quarto di finale dei Mondiali 2010 contro il Ghana, e nella serie che avrebbe mandato l’Uruguay in semifinale? Tutti, senza distinzioni. Bene, sappiate che quel cucchiaio non è stato il solo. E che fa il paio con qualche esultanza ”spinta” in Brasile, che l’ha reso amatissimo dai suoi tifosi e perennemente odiato da quelli avversari.

Quindi sì, possiamo dire senza dubbio che Sebastian Abreu si è guadagnato alla perfezione l’appellativo di Loco in quella che è una carriera di alto profilo: 400 gol segnati in 24 anni di carriera, una carriera che prosegue alla veneranda età di 42 anni e senza la minima intenzione di fermarsi. Il Loco Abreu iniziò nel 1994, quand’era un pischelletto proveniente dal vivaio del Defensor Sporting Montevideo, e da lì in poi è stato praticamente ovunque, ottenendo un Guinness World Record: l’anno scorso, firmando con l’Audax Italiano, era arrivato a quota 26 maglie vestite in carriera e aveva superato il record di Lutz Pfannenstiel. Pfannenstiel, portiere tedesco che da osservatore dell’Hoffenheim ha scoperto un certo Roberto Firmino (grazie una prima occhiata su Football Manager, si vocifera: lui ha seccamente smentito), aveva militato in 25 club e si era anche tolto il lusso di giocare nelle Filippine e in Namibia. Abreu è andato oltre il suo primato, e anche oltre il proprio: ieri ha firmato col 28° club in 24 anni di carriera, e giocherà nuovamente in Brasile.

Il Loco ha sottoscritto un contratto di sei mesi col Rio Branco, club che milita nel campionato dello stato di Espirito Santo e nella Serie D brasiliana: Abreu giocherà il torneo statale, e poi potrebbe rinnovare per il campionato, oppure andare verso altri lidi. Perchè questo ormai è il suo destino, girare il mondo e continuare a migliorare il proprio record finchè avrà voglia di giocare. Ha affermato di aver scelto il Rio Branco, club espressione di una cittadina 500km a nord rispetto a Rio de Janeiro (zona di Vitoria), perchè ”Il presidente ha fatto una follia cercandomi, e ho deciso di accontentarlo e firmare”, e che il suo obiettivo con la maglia del club è quello di ”vincere il torneo statale, e festeggiare tutti assieme ad aprile”. Il Rio Branco ha conquistato quest’anno i playoff-promozione della Serie D chiudendo secondo nel proprio gironcino e risultando tra le migliori seconde, ma è uscito agli ottavi contro il Manaus: ora, con Abreu, otterrà visibilità mediatica e avrà in rosa un attaccante che non ha mai perso il vizio del gol, e ha segnato tre reti in altrettanti mesi nella Primera B cilena col Magallanes (ha firmato a fine luglio).

La carriera di Abreu, classe ’76, lo porterà così in Brasile e con la 28a maglia di una carriera fantastica. Ha iniziato nel Defensor, per poi passare al San Lorenzo, al Deportivo La Coruña (15 presenze e 3 gol), al Gremio, al Tecos (MX) in due occasioni (1999-00, 2004), quattro volte al Nacional Montevideo (2001, 2003-05, 2013, 2015), al Cruz Azul, all’America, al Dorados de Sinaloa, e poi Monterrey, San Luis, Tigres de la UANL, River Plate, Beitar Jerusalem, Real Sociedad (18 presenze e 11 reti), Aris Salonicco, Botafogo (50 presenze, 24 gol), Figueirense, Rosario Central, Aucas, Sol de America, Santa Tecla (El Salvador), Bangu, Central Espanol, Deportes Puerto Montt, Audax Italiano, Magallanes e ora Rio Branco. Ha giocato così per 7 club messicani, 5 brasiliani, 3 argentini/cileni/uruguagi, 2 spagnoli e una società a testa in Grecia, Paraguay, Ecuador, El Salvador e Israele. E chissà se a breve scoprirà altri paesi e culture, visto che sembra aver intenzione di raggiungere almeno quota 30 club.

(di Marco Corradi, @corradone91)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU: AGENTI ANONIMI.