054847640-7a4ffd61-58a6-4f79-a97d-94e332cf6596Non è la prima volta che il mister leccese presenta le dimissioni a stagione in corso; infatti Conte l’aveva già fatto nel 2009 quando era alla guida del Bari, il motivo:DIVERGENZE SUL MERCATO. Che sia lo stesso motivo per cui il tecnico ha presentato le dimissioni anche con la Juventus? Crediamo proprio di si, ed in parte è comprensibile; dopo 3 scudetti e 2 supercoppe, l’obiettivo della nuova Juve doveva essere la Champions League, e parlandoci chiari non si può puntare a vincere un torneo cosi importante con acquisti di seconda scelta (Morata buon giocatore si ma un po acerbo per tali palcoscenici), ne tantomeno privandosi dei giocatori chiave (Pogba e Vidal). Ecco perché Conte è voluto uscire di scena, in maniera sbagliata, ma da vincente, uno come lui non ci sta a vivere una stagione di passaggio. Conte vuole vincere, è nel suo DNA e forse ha capito che alla Juventus questo non poteva accadere in questa stagione. Morto un papa se ne fa un altro, è vero ma mai nella storia due papi sono stati simili o uguali tra di loro, l’assenza di Conte peserà e come sull’ambiente bianconero. Ora tocca ad Allegri raccogliere la pesante eredità dell’ex capitano bianconero, un tecnico capace si ma troppo loquace im confronyo a Conte. Chi caricherà i tifosi? Chi ci metterà la faccia? Staremo a vedere fatto sta che in casa Juve ora c’è poco da stare Allegri.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.