Come vi avevamo anticipato poco meno di una settimana fa in questo articolo, ormai è praticamente certo che Eusebio Di Francesco il prossimo anno non sarà più l’allenatore del Sassuolo. Il tecnico abruzzese infatti si siederà sulla panchina della Roma andando ad assumersi il ruolo di vice-Spalletti. La cosa non sembra piacere tanto al Patron Squinzi che ha confessato in una recente intervista di essere rimasto sorpreso dalla scelta di Di Francesco. L’allenatore infatti aveva ed ha ancora tre anni di contratto con i neroverdi al quale dobbiamo aggiungere una clausola rescissoria da tre milioni di euro. Queste garanzie dunque facevano stare abbastanza tranquillo il presidente del Sassuolo che è rimasto spiazzato dalla decisione presa dal suo allenatore.

Ecco le sue dichiarazioni:Non me l’aspettavo, pensavo che il contratto contasse ancora qualcosa e che la clausola di 3 milioni fosse una garanzia. Non posso trattenerlo con la forza, faccio lo stesso con i 10 mila dipendenti sparsi per il mondo: se vuole lasciare, pazienza. Di Francesco ha altri due anni di contratto e una penale da pagare in caso di rescissione. Di questo dovremo parlare con la Roma. Aspettiamo. Sostituto? Non lo so. Posso dire che allenatore cerchiamo: italiano, tra i 40 e i 50 anni. Funzionale al progetto: puntare sui giovani, come ha fatto così bene Di Francesco“.

Parole importanti quelle di Squinzi anche perché descrivono un chiaro identikit di quello che sarà il prossimo allenatore del Sassuolo. Il nome ancora non si sa, ma conoscendo la dirigenza degli emiliani siamo sicuri che la decisione non tarderà ad arrivare così da poter pianificare fin da subito il mercato e fissare gli obiettivi per la prossima stagione.

di Andrea Carbonari

PER TUTTE LE NEWS E AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI