Se il Napoli è ripartito forte in campionato, arrivando addirittura a battere la Juve campione in carica, alcuni buoni motivi ci saranno. Uno di questi ha un nome e un cognome: Lorenzo Insigne. Il talento della casa è stato il più autorevole tra i suoi nella gara del San Paolo insieme a Higuain e le sue condizioni fisiche non preoccupano (era uscito zoppicando): soltanto un’infiammazione. Lorenzo dovrebbe essere regolarmente a disposizione di mister Sarri.

Lorenzo-Insigne11

La società di De Laurentiis ora pensa a blindare il ragazzo, oggetto quest’estate delle mire del Psg, che con Leonardo si è già preso un altro perno del Pescara delle meraviglie di Zeman, Marco Verratti. Ora Leo non c’è più, ma i francesi nel 2014 un pensiero all’azzurro lo hanno fatto, salvo scontrarsi con il secco “no” del club di fronte a un’offerta di 18-20 milioni.

Superato l’infortunio, Insigne ha festeggiato la centesima presenza con il Napoli segnando il tredicesimo gol (il terzo in 6 partite) con la squadra del suo cuore. Proprio l’interesse di molti club europei ha portato la dirigenza ad accelerare le trattative con il ragazzo per un rinnovo fino al 2020. Non c’è fretta, ma si vorrebbe chiudere entro l’inverno per evitare offerte “scomode” nella prossima sessione di mercato. Azzurro nel cuore, aspettando quello della Nazionale.