“Bandiera del Cile, freccia a destra, maschera da diavolo”. Così ieri sera Romelu Lukaku infiammava il mercato di gennaio con una instagram story dedicata a Sanchez.

Dopo trattative estenuanti, colpi a suon di sterline e sorpassi ai cugini, i red devils accoglieranno, già da gennaio, Alexis Sanchez come primo grande rinforzo dell’anno solare 2018. Si parlava di un vice Lukaku (Vardy e Chicharito tra gli altri) ma in realtà è arrivato un gocatore che con Lukaku ci può anche giocare. Ma ripercorriamo le tappe dell’imminente passaggio del cileno allo United.

Alexis Sanchez e quel mancato rinnovo con l’Arsenal: dove tutto ebbe inizio

Dopo l’ennesima estate in cui i gunners hanno investito parecchio per la rinascita ma con poco raziocinio (l’acquisto di Holding, Kolasinac usato come terzo nella difesa a tre, la cessione di Chamberlain…), conti alla mano c’erano due grandi stelle che erano state incredibilmente messe in secondo piano coi rispettivi delicati rinnovi: Mesut Ozil e Alexis Sanchez. Ai due non era stata fatta una soddisfacente proposta di rinnovo, quindi avevano già preso in considerazione di lasciare i gunners. Addirittura si parlava di un addio a parametro zero, ma la fame di classe e di talento ha spinto qualche club a chiedere informazioni già per gennaio (previa pagamento di cartellino).

Il sapiente occhio di Guardiola fiuta l’affare

Il primo club a muoversi è il Manchester City, che chiede all’Arsenal le prime informazioni. “Non lo vendiamo in estate” la prima risposta; “A gennaio non si muove” la seconda ma, vista la volontà del giocatore di rompere col club, alla fine l’Arsenal decide di vendere Sanchez. I citizens ci si buttano a capofitto: il blasone non manca, il primato in classifica ingolosisce e le 200 mila sterline a settimana sono un bel gruzzoletto per il cileno. Sembra tutto fatto: 30 milioni circa al club, 200 mila a settimana a Sanchez. Ma poi, ecco che dal nulla mette becco un irritante cugino: il Manchester United.

Si inserisce Mourinho: sarà asta?

Quello che segretamente (ma neanche troppo) sognava l’agente di Alexis Sanchez era un’asta tra i due Manchester, con il prezzo che si sarebbe gonfiato e le sue commissioni che sarebbero diventate un bel tesoretto. Purtroppo per lui, però, non va così: nel giro di quattro giorni i red devils formulano un’offerta folle che accontenta tutti e allontana il Manchester City, che a quelle condizioni non lo valuta più un affare.

Il post di Lukaku: un annuncio quasi ufficiale?

https://twitter.com/AgentiAnonimi/status/952627383361818625

Ariviamo quindi a ieri sera, quando il bomber dello United Lukaku posta sul suo profilo instagram una foto emblematica, che non ha bisogno di spiegazioni: il cileno sarà dei red devils, molto intuitivo.

Sanchez-Manchester United: i dettagli

Parliamo ora di palanche. L’Arsenal incasserà la bellezza di 35 milioni di sterline, cifra che visto il valore del giocatore sembra una miseria, ma visto che l’atleta era in scadenza pare più come un capolavoro. Sanchez invece guadagnerà qualcosa come 400 mila sterline a settimana, esattamente il doppio di quello che avrebbe preso se avesse firmato per il City. Numeri da pazzi, soprattutto per il mercato di gennaio.

Arsenal: i sostituti

Come si muoverà l’Arsenal, visto il bel gruzzoletto che si ritrova in mano? IL nome più caldo è quello di Malcom, giovane attaccate del Bordeaux, che può giocare sia prima che seconda punta. Il brasiliano iniziamlmente non sarebbe stato ceduto volentieri dai girondini che però, davanti a un’offerta da 35+5 di bonus, si sono sciolti e han deciso di sacrificare il loro prezzo pregiato. La trattativa sembra molto ben avviata, anche se per l’ufficialità la strada è ancora lunga.

Un altro nome che ronza nella testa di Wenger è quello di Pierre Emerick Aubameyang, centravanti gabonese al centro di voci di mercato. Ieri nella sfida contro il Wolfsburg non è stato convocato per “motivi disciplinari”, anche se tempo fa era stato accostato al campionato cinese. Quello che è chiaro è che l’ex primavera del Milan sembra essere ormai con un piede e mezzo lontano da Dortmund.

Pazzo Arsenal, pazzo Sanchez in un pazzo gennaio: questo trasferimento scatenerà un effetto domino?

Gabriele Amerio (@gabrieleamerio)

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI