Un produttore cinematografico ai colpi di scena ci è abituato, ma se è anche proprietario di una squadra di calcio bisogna essere sempre pronti a leggere ogni giorno notizie clamorose.

Se il soggetto in questione, poi, è Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria, tutte le vicende di mercato blucerchiate assumono le sembianze di una sceneggiatura da vero e proprio film giallo.

L’ultimo capitolo del “mercato del viperetta” riguarda il trasferimento a Marassi di Pedro Obiang, vecchia conoscenza del club genovese, in cui ha militato dal 2010 al 2015.

Il ruolo di antagonista, che comunque dipende dai diversi punti di vista, è interpretato dai dirigenti del West Ham, che avevano acquistato il centrocampista spagnolo per 6,5 milioni di euro circa tre anni fa ma non sono intenzionati a rivenderlo per una cifra inferiore ai 10 milioni.

Negli scorsi giorni Ferrero aveva imbastito la trattativa con gli Hammers sulla base del suddetto prezzo, ma l’attesa e i lunghi tempi di finalizzazione dell’accordo hanno fatto sì che il patron romano ci ripensasse.

Dal canto suo, l’allenatore Marco Giampaolo, personaggio secondario in una trama dal finale ancora incerto, aveva accettato di buon grado l’idea di assistere ad un “torna a casa Obiang“, ma non aveva considerato la volubilità del suo presidente.

A rincarare la dose e a vestire i panni del saggio imperscrutabile ma tutt’altro che onnisciente, Walter Sabatini, direttore dell’area tecnica dei doriani, che ha glissato sull’argomento:

La certezza è che in quella zona del campo abbiamo preso Ronaldo Vieira, che ha grandi potenzialità e verrà valutato dal mister nei prossimi giorni“.

Mentre tutti aspettano un plot-twist, un colpo di scena in una trattativa che sta assumendo sempre più i contorni di una barzelletta, non si sa ancora se vivranno tutti “felici e contenti”, ma certo è che al momento “ci sono un inglese, un italiano e uno spagnolo” di mezzo, con l’inglese, londinese doc colorato di bordeaux e azzurro, che si guarda attorno per vendere lo spagnolo, di origine guineana, ad un’altra squadra di Premier League, maggiormente disposta a sborsare per lui i famigerati 10 milioni di euro.

Obiang verrà sicuramente ceduto, al suo posto arriverà uno tra Thiago Maia, brasiliano del Lille valutato 25 milioni, e Joao Mario, portoghese ex numero 10 ed ora esubero dell’Inter.

In casa Samp, invece, un mese dopo la cessione di Lucas Torreira all’Arsenal (la trattativa in quel caso era stata più un cortometraggio che una telenovela) non è ancora arrivato il suo sostituto e in quel ruolo potrebbe giocare Dennis Praet, atteso alla stagione della consacrazione e in grado di trasformarsi in un mediano davanti alla difesa come ha già fatto nell’amichevole contro gli inglesi, coincidenza, del Fulham.

Giuseppe Lopinto