L’arrivo forse meno atteso, decisamente quello più scontato, ma non per questo da sottovalutare quello di Cristian Gabriel Romero, arcigno difensore argentino classe 1998 che è riuscito, complice la sua prima stagione italiana giocata a buon livello, a catturare i pensieri e le attenzioni di Fabio Paratici, che l’ha sin da subito identificato come target da perseguire.

Rientrato nel vortice del mercato che ha caratterizzato i numerosi incroci tra Juventus e Genoa, per Romero si prospetta il lieto fine, con la sottoscrizione di un contratto con i bianconeri della durata di cinque anni. Nella giornata di domani avranno luogo le visite mediche di rito al J-Medical ed il primo contatto reale del ragazzo di Cordoba con l’ambiente juventino, della firma e dell’annuncio che sancirà il suo legame con la Vecchia Signora.

Tuttavia, nonostante le premesse che hanno condotto un club di prima fascia ad interessarsi a lui, il futuro di Romero sarà ancora in Liguria, sponda rossoblù. El Cuti, soprannome studiato per lui dallo zio per via del suo “piede educato” e molto apprezzato dallo stesso calciatore, troverà tutti gli slot della retroguardia bianconera già debitamente occupati, complice l’arrivo del turco Merih Demiral, destinato a restare e ad esser valutato da Maurizio Sarri durante la tournée estiva, e l’ormai quasi del tutto definita operazione che porterà il talentuoso Matthijs de Ligt sotto la Mole.

Così per l’argentino si profila un’altra stagione al Genoa, squadra in cui si è fatto notare grazie alle 27 presenze collezionate arricchite anche da 2 gol, che è riuscito a battere la concorrenza dell’Atalanta per le prestazioni del difensore. Il trasferimento avverrà presumibilmente con la formula del prestito ed il giocatore raggiungerà i compagni nel ritiro del Grifone in Austria, in modo tale da garantire ad neo-tecnico Aurelio Andreazzoli una striscia di continuità sulla linea di difesa.

a cura di E.Menegatti (@44gattdernesto)