L’inizio di stagione con la maglia della Roma aveva fatto presagire ad un’annata di consacrazione per Justin Kluivert, figlio dell’ex Milan Patrick acquistato dall’Ajax in estate. Dopo l’esordio a Torino in cui aveva fornito l’assist per il gol vittoria di Dzeko, in molti si aspettavano l’esplosione definitiva. Di Francesco però non lo ha mai ritenuto pronto al 100% per la Serie A, spedendolo anche in tribuna in un’occasione.

Per parlare del suo inizio complicato, in cui ha anche perso il posto in Nazionale maggiore, il figlio d’arte giallorosso ha parlato ai microfoni di Fox Sports. Queste le sue parole: “Sto crescendo tanto e di certo non posso lamentarmi. Qualcuno dice che non ce la farò ad emergere, ma io ho fiducia in me stesso e sono pronto a dimostrare che si sbagliano. Prima di tutto non devo più finire più in tribuna e sono sicuro che non accadrà più. Ho ben chiaro di come voler proseguire il mio percorso. È facile passare da “grande talento” a giocatore che non può farcela, ma non c’è problema. Sta a me dimostrare il contrario. Spero che il mio momento arrivi presto. Mi alleno duramente. Onestamente preferisco giocare dall’inizio e magari partite intere, ma con il Viktoria Plzen ho fatto bene e non vedo l’ora di farlo più spesso. La mancata convocazione con la Nazionale maggiore?  Questo è un problema, ma anche giocare con l’Under 21 è bello. La dedica per Nouri dopo il gol in Champions? Volevo farlo da tempo e ci pensavo da un po’. Sono molto legato a lui e mi è venuta la pelle d’oca quando tutto lo stadio ha applaudito dopo aver mostrato la maglia”.

A cura di Gabriele Burini (@gabrieleburini)

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI