Nonostante Ranieri abbia messo “la chiesa al centro del villaggio”, tanto per fare una citazione dell’era Garcia, la Roma sembra intenzionata a cercare un altro profilo per il prossimo anno. Tra i tanti nomi accostati alla società giallorossa Conte, Sarri e Giampaolo sono quelli che nelle ultime ore sono stati di più accostati a guidare la Roma del futuro.

Il tecnico ex Juventus e Chelsea è ad oggi il preferito per distacco nella lista dei desideri di Pallotta e del 99% della tifoseria giallorossa, lui sta prendendo in seria considerazione la Roma e l’idea di mettersi in gioco nella capitale, il problema resta però l’ingaggio. Con i 7,4 milioni di euro percepiti ai Blues, lo stipendio di Antonio Conte rappresenterebbe un esborso fuori dal comune per le casse romaniste, considerando anche i 3 milioni annui che sborsava la Roma per l’ex tecnico Di Francesco. Cifra che percepiva anche Spalletti nell’anno e mezzo nella capitale e vicina al contratto che legava la Roma a Rudi Garcia (2,5 all’anno). L’ipotesi Conte resta quindi concreta ma c’è bisogno ancora di lavorare.

Un altro profilo che piace molto a Pallotta e soci è quello di Maurizio Sarri. L’ex Napoli sta vivendo una stagione molto strana al Chelsea. Calciatori, società e tifoseria non sono convintissimi del tecnico toscano. Su tutti si stanno scatenando proprio i supporters più caldi dei Blues che accoglierebbero con enorme piacere un addio. Qualche contatto tra Roma e Sarri c’è stato, ma nulla di più. Rimane decisivo il finale di stagione che vede il Chelsea in piena corsa Champions League e in semifinale di Europa League.

Il nome che tra questi stuzzica meno l’entusiasmo dei tifosi della Roma risponde a Marco Giampaolo. Il tecnico della Sampdoria è senza ombra di dubbio il più accessibile considerando ingaggio e costi del progetto ma a dirigenza giallorossa proverà fino all’ultimo ad ingaggiare un allenatore top.

Gianmarco Ricci (@RicciGianm)