La Roma è chiamata alla partita della verità, deve cambiare marcia dopo la pesante sconfitta col Bayern in champions e il pareggio con la Sampdoria. Ad attenderla un Cesena agguerrito che cercherà punti salvezza sognando il colpo grosso nella capitale. Novità nelle formazioni: Skorupski tra i pali; Astori al fianco di Manolas, al rientro dalla squalifica; Keita prende il posto di Nainggolan nei tre di centrocampo e Destro fa rifiatare Totti. Per il Cesena assenza importante a centrocampo, squalificato Cascione ma torna Coppola; in attacco Garritano a fare coppia con Marilungo.
Roma subito con la strada in discesa grazie al gol al 9′ minuto di Mattia Destro che deve solo appoggiare in rete il pallone crossato da Gervinho.
Al minuto 27 ancora Destro deposita il pallone in porta con un colpo di testa ma il gioco era fermo per fuorigioco dell’attaccante giallorosso. Roma padrona del campo per tutto il primo tempo ma che non alza i ritmi di gioco molto blandi. Cesena che si chiude bene e Roma che non forza la giocata. È sempre Gervinho però che illumina la partita e al 70esimo trova Florenzi al limite dell’aria, solo Agliardi nega il gol al 24 giallorosso. La Roma la chiude, però, all’ 80esimo con De Rossi dagli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Pjanic. Il giocatore romano deve solo appoggiare la sfera in rete dopo aver ricevuto la sponda di testa di Yanga-Mbiwa, subentrato ad Astori infortunato. La partita si conclude con la vittoria della Roma davanti ai propri tifosi su un Cesena che ha fatto la sua partita, chiudendosi s limitando le occasioni dei giallorosso, ma che non ha mai impensierito Skorupski. Migliore della partita Gervinho, il giocatore che ha dato vitalità ad una partita lenta e noiosa e autore dell’assist a Destro per il gol che ha facilitato il compito alla Roma. Giallorossi ora in vetta alla classifica a pari punti con la Juventus.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.