C’è una big europea che si è rafforzata in percentuale molto più delle altre. L’Atletico Madrid di Diego Simeone è tra le protagoniste di quest’estate di mercato, si è preso l’acquisto più costoso e potrebbe finalmente essere pronto al grande salto di qualità europeo.

Ma l’estate a Madrid, sponda biancorossa, non è ancora finita. Dopo Joao Felix, costato 127 milioni dal Benfica, la dirigenza cerca un altro colpo in attacco per dare un’alternativa a Morata e Diego Costa. Rodrigo, 28 anni, attaccante del Valencia, è il prescelto, ma costerebbe 60 milioni di clausola rescissoria a cui il Valencia non ha nessuna intenzione di rinunciare. Arrivato quattro anni fa dal Benfica per 30 milioni, per i giallorossi sarebbe un’ottima plusvalenza.

Come l’acquisto di Joao Felix è stato compensato dalla maxicessione di Antoine Griezmann al Barcellona, all’arrivo di Rodrigo dovrebbero fare posto in due. Nikola Kalinic, comprato un anno fa dal Milan per 14,5 milioni, ha di nuovo deluso. Le appena 4 reti, di cui solo 2 in campionato, non gli consentono di restare, anche se questa sarebbe la sua volontà. In corsa c’è anche la Fiorentina.

L’altro esubero è quello di Angel Correa. L’argentino potrebbe essere girato al Valencia in uno scambio alla pari con Rodrigo, anche se su di lui rimane forte il Milan. C’è ancora distanza di 10 milioni tra domanda e offerta, ma le parti potrebbero avvicinarsi nei prossimi giorni. Si conta di ricavare 55-60 milioni. Sembra sfumata invece la pista che porta a James Rodriguez, ormai lontanissimo da Madrid.

L’Atletico ha speso la cifra mostruosa di 243 milioni di euro sul mercato. La metà (127) sono andati al Benfica per Joao Felix, il più costoso acquisto della storia del club. Sono poi arrivati il centrocampista Marcos Llorente dal Real Madrid (30), il centrale Hermoso dall’Espanyol (25), il terzino Trippier dal Tottenham (22), l’altro centrale Felipe dal Porto (20), e il terzino Renan Lodi dall’Atletico Paranaense (20).

Ma questa enorme massa di denaro in uscita è stata molto più che compensata da 311 milioni in entrata. Oltre ai 120 versati dal Barcellona per Griezmann, sono partiti Lucas Hernandez (al Bayern per 80 milioni), Rodri (al Manchester City per 70 milioni), Gelson Martins (al Monaco per 30 milioni). Ecco perché, se serve un rinforzo, ci si può ampiamente permettere di investire.

Stefano Francescato