Interessante turno di Serie B, dove in testa rallentano un po’ tutti tranne l’Empoli, che con 3 punti pesanti conquistati contro l’Ascoli si rilancia.

Nessun anticipo al venerdì, con il pomeriggio del sabato ricco di partite e un po’ meno di gol. Colpa anche di Pro Vercelli-Brescia e soprattutto di Dimitri Bisoli, che sbaglia un rigore con uno dei pochi errori della sua carriera in Serie B.

Succede tutto nel finale tra Avellino e Cesena. Al 90′ passano gli irpini grazie a Moretti che con una bomba centrale trasforma il rigore. Ma non è finita: a tempo scaduto, dopo un rigore reclamato, pareggia bomber Cacia risolvendo una mischia da angolo.

1-1 anche tra Carpi e Cremonese, con gli emiliani che hanno grossi rimpianti. Al 15′ la prima emozione: Giorico sbaglia il calcio di rigore e 17 minuti più tardi è Scappini che punisce il Carpi. A 20′ dalla fine è Chicco Melchiorri a pareggiare la partita, con il suo 100esimo gol in Serie B.

Importantissima vittoria dell’Empoli al del Duca di Ascoli. Ospiti avanti grazie a Krunic, che combina bene con Zajic e batte un incolpevole Lanni. Il raddoppio arriva grazie a Ninkovic, prima che de Santis trovi il gol direttamente da un cross dalla trequarti.

Dopo quasi 6 anni torna a segnare Libor Kozak e regala tre punti fondamentali al Bari, che torna così alla vittoria contro il Frosinone di Moreno Longo.

Di giustezza il Pescara, che batte 1-0 la Salernitana grazie a un bel gol di capitan Brugman.

Partita confusa e bellissima a Terni, con i padroni di casa che dominano e creano ma alla fine a spuntarla è la Virtus Entella, che grazie al gol di La Mantia conquista tre fondamentali punti.

Non si fanno male Venezia e Spezia: pronti via e lagunari in vantaggio grazie a Pinato, pareggiato a 20′ dalla fine grazie al gol del solito Granoche.

Parità anche tra Parma e Perugia, dove la sfida tra bomber tra Ceravolo e Cerri si dimostra equilibratissima: prima segna il bomber di scuola Juve e a 5′ dalla fine l’ex Benevento pareggia i conti su rigore.

Crolla inspiegabilmente il Cittadella al Tombolato, che capitola sotto un frizzante Novara. Sugli scudi ci va Puscas, autore di una doppietta e di 4 gol in due partite dal suo ritorno in Serie B. Inutile, se non per le statistiche, il gol di Luca Strizzolo.

Il colpo di giornata lo infila senza dubbio il Foggia, che espugna Palermo e inizia a vedere la zona salvezza. Rosanero avanti grazie al gol su rigore di Nestorovski. Ma ecco che poi gli acquisti di gennaio la ribalano a favore del Foggia: al 79′ è Duhamel a pareggiarla e 5 minuti più tardi il gol dei tre punti lo mette a segno Kragl.

Gabriele Amerio (@gabrieleamerio)

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI