Risultati importanti in questa giornata di Bundes dove ci sono stati degli sviluppi sia in zona Champions che nei bassifondi, dove l’Amburgo sogna la clamorosa rimonta.

La parola di oggi è “Hoffnung”, ossia “speranza”. Quella che nutrono, dopo mesi di sofferenza e sconfitte, i tifosi dell’Amburgo. O quella che ogni turno i tifosi di Bayer Leverkusen, Schalke e Dortmund ripongono nei loro beniamini affinchè centrino un posto utile per la qualificazione alla Champions.

Borussia M. – Wolfsburg 3-0

Punti importanti quelli conquistati dalla squadra di Hecking che, nonstante un profondo ritardo in classifica, può puntare ancora a un posto in Europa League. Apre le marcature capitan Stindl. In 10 minuti, prima dell’intervallo, la chiudono i padroni di casa: Raffael e Kramer fissano il risultato sul 3-0. Nel secondo tempo il Gladbach si limita ad amministrare il vantaggio. Wolfsburg che alla luce di questa sconfitta si ritrova inguaiato e a rischio retrocessione.

Hannover – Bayern Monaco 0-3

Tutto facile per il Bayern Monaco che, a pochi giorni prima della sifida col Real Madrid, gestisce le energie e batte l’Hannover. Succede tutto nel secondo tempo: la partita cambia grazie all’ingresso di Muller che prima segna, poi serve l’assist a Sebastian Rudy. Nel mezzo, trova la gioia del gol, tanto per cambiare, Lewandowski.

Stoccarda – Werder Brema 2-0

Bella vittoria dello Stoccarda che, con una solida prestazione, rifila un secco 2-0 al Werder Brema. Apre le danze Christian Gentner: il gol sveglia il werder che nel finale si sbilancia. Con la squadra avversaria in attacco, lo Stoccarda riparte in contropiede e con un velocissimo Donis crea l’azione per il raddoppio di Ozcan.

Amburgo – Friburgo 1-0

Tre punti che pesano come un macigno quelli conquistate dell’Amburgo, che grazie al gol di Holtby e alle parate pazzesche di Pollersbeck (entrato nell’undici titolare con incomprensibile ritardo a vantaggio di Mathenia9 può ancora sognare. Friburgo che rimane anche in 10 a causa dell’espulsione di Soyuncu.

Eintracht Francoforte – Herta Berlino 0-3

Crollo casalingo pazzesco dell’Eintracht Francoforte, che viene annientato da un ben compatto Herta. Vanno in gol i “tre tenori” Selke, Esswein e Leckie: tre gol, tre punti e tanto spettacolo. Spettacolo invece osceno quello offerto da Hasebe, che tira una gomitata a Selke e lascia il campo. Davvero un brutto gesto.

RB Leipzig – Hoffenheim 2-5

Crolla anche il Lipsia, che prende un’imbarcata clamorosa per mano di un Hoffenheim ben disegnato da Nagelsmann, che dà lezioni di tattica a Heinsenhuttl. Primo tempo che si conclude sul 3-0 per gli ospiti grazie ai gol di Uth, Gnabry (7 gol nel 2018)  e Kaderabek. Nel secondo tempo viene espulso Forsberg, e il Lipsia la riapre con Keita. Poco dopo ancora Uth si iscrive all’albo dei marcatori e Rupp fa dilagare l’Hoffenheim. Inutile, nel finale, il gol di Upamecano.

Borussia Dortmund – Bayer L. 4-0

Prestazione mostruosa del Borussia, che rifila un poker al Bayer Leverkusen. Alla doppietta di un ritrovato Reus si uniscono Sancho e Philipp, due importanti risorse nella corsa Champions.

Augsburg – Mainz 2-0

Male il Mainz, che esce sconfitto dalla sfida con l’Augsburg. Un gol per tempo bastano per portare a casa i 3 punti: prima l’ex Amburgo Gregoritsch e poi nel recupero Finnbogason regalano il successo all’Augsburg. Mainz che si ritrova anch’esso inguaiato e con lo scontro diretto con l’Amburgo nelle prossime giornate.

Colonia – Schalke 2-2

Harakiri che ha del clamoroso quello dello Schalke04, che si fa rimontare due gol dal Colonia. Embolo e Komoplyanka sembrano chiuderla nei primi 25 minuti, ma l’orgoglio dei padroni di casa non tarda ad arrivare, con il gol di Bittencourt che la riapre. A 10′ dalla fine, Rissetrova il gol del pareggio e lascia l’amaro in bocca a Tedesco.

 

Gabriele Amerio