Il tecnico bianconero sembrerebbe aver sorpassato l’argentino nella corsa alla panchina blanca

Com’è noto, il Real Madrid è ancora alla ricerca di un allenatore dopo l’addio di Zidane. Nelle ultime settimane, i nomi valutati sono stati molteplici. Tra questi, il più accreditato sembrava essere Pochettino. Tuttavia, il presidente del Tottenham ha fatto muro ed ha impedito agli spagnoli di accordarsi con il suo tecnico. Levy, infatti, non ha alcuna intenzione di lasciar andare l’argentino, il quale ha peraltro rinnovato da poco il contratto.

Pertanto, uno dei nomi più in voga è diventato quello di Klopp. Anche qui, però, la situazione non è affatto semplice. Il tecnico del Liverpool ha un accordo che lo lega ai Reds fino al 2022. Utopicamente, potrebbe lasciare l’Inghilterra solo se il Real fosse disposto a sborsare 32 milioni di euro al club britannico.

Per le difficoltà appena descritte, è un’altra pista che si sta aprendo in queste ore. Si tratterebbe di Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus. L’italiano è già stato nei pensieri di Florentino Perez, ma l’affare non è mai stato vicino a concretizzarsi.

L’idea del Real Madrid nasce dal fatto che il ciclo bianconero del tecnico toscano può considerarsi finito, con quattro campionati vinti e due finali di Champions League conquistate.

Inoltre, stando a quanto riportato da As.com, esisterebbe un gentlemen’s agreement tra Allegri e la Juventus, secondo il quale l’allenatore sarebbe autorizzato a valutare offerte importanti (eccetto che da club di Serie A).

Il contratto del livornese, infine, scadrà nel 2020, perciò non sarebbe impossibile giungere ad un accordo tra Juve e Real Madrid per il passaggio del tecnico alla corte dei blancos.

Situazione in continua evoluzione, quella riguardante la panchina dei madrileni.

A cura di Samuel Giuliani (9Giuliani)