Non è un momento semplice per Marcelo Vieira da Silva Júnior, più noto come Marcelo, terzino del Real Madrid che, dopo l’addio di Cristiano Ronaldo alla Casa Blanca, sembra non sentirsi più totalmente a suo agio. Condizione fisica carente, qualche chilo in più accumulato, tante panchine e una non perfetta sintonia col nuovo tecnico madridista Solari son tutti elementi che giocano in un certo senso a favore della Juventus.

Quel sorrisetto mostrato dal brasiliano in una recente intervista alla domanda sul come si vedesse con la casacca bianconera addosso, con tanto di complimenti non troppo celati nei riguardi della Vecchia Signora, non fanno altro che implementare quella dose di rumors che vorrebbe proprio il suo ex compagno CR7 impegnato nel convincere (qualora ce ne fosse bisogno) Marcelo ad approdare a Torino nel futuro prossimo. Il giocatore, che compirà 31 anni nel prossimo maggio, è già stato vittima in questa stagione di ben tre infortuni muscolari che l’hanno tenuto lontano dal terreno di gioco per gran parte della stagione in corso, consentendo così al giovane Reguilòn di prendere a tutti gli effetti il suo posto tra i titolari.

Così, dopo aver sbuffato su Instagram rispondendo ai fans dei blancos “¡¡¡Todo culpa mía!!! Seguimos…”, nella giornata di ieri – come riporta il quotidiano spagnolo Cope – il terzino ha richiesto un colloquio con José Ángel Sánchez, CEO del Real Madrid, a cui ha mostrato tutta la sua preoccupazione per la situazione creatasi nei tempi recenti e ha chiesto che la sua posizione sia oggetto di valutazione accorta durante la prossima sessione di calciomercato.

Questo braccio di ferro tra il calciatore, che ha il contratto in scadenza nel 2022, e il Real non può che far drizzare le antenne a Paratici, il quale ha sempre ammesso di tener gli occhi bene aperti su tutte le occasioni che il mercato può presentare, in maniera particolare quando si tratta di giocatori dal talento spiccato e dalla mentalità vincente. Un parametro fondamentale sarà la richiesta del Real per il cartellino di Marcelo, che tuttavia, visto il rendimento carente del brasiliano, non potrà attestarsi a valori elevatissimi.

a cura di E.Menegatti (@44gattdernesto)