Magolino,faccia da uomo qualunque e sempre lucido nei momenti chiave in cui la squadra e sopratutto il suo Bernabeu si aspettavano il suo colpo,Raúl González Blanco, nato nelle giovanili dell’Atletico e divenuto icona leggendaria del Real Madrid,è ora pronto a tornare nella sua casa che l’ha fatto grande.

Per ogni madrileno Raúl,prima o poi sarebbe tornato come professionista dalle parti di Valdebebas,e dall’ormai imminente Aprile,una volta ottenuto il brevetto per allenare,inizierà ufficialmente la sua carriera da allenatore,muovendo i primi passi proprio tra le giovanili.

Sarà la Juvenil B il primo settore che vedrà Raúl allenare,subentrando ad Álvaro Benito (che salirà in Juvenil A) con il suo ex compagno Guti pronto a guidare il Real Madrid Castilla (prima squadra filiale del Real).

Nell’ultimo periodo nell’Al-Sadd si dice che lo spagnolo,abbia già tenuto dei corsi,studiando tattica,e metodi di allenamento da lui stesso poi sperimentati con la squadra qatariota.

A Madrid,già si immagina come Raúl possa entrare bene in sintonia con colui che ha spazzato via ogni record dello spagnolo,ovvero Cristiano Ronaldo.

Un cambio in panca ad oggi impossibile da pronosticare nei tempi,ma di facile lettura tra Zidane e Raúl inizierà passo dopo passo a prendere piede tra le idee di Florentino.

Di Antonio Salatino (@antoniosalatino)