Arrivato da poco all’Inter, ha già fatto innamorare tutti i tifosi: Rafinha si racconta alla Gazzetta dello Sport. Ecco le parole del centrocampista brasiliano.

SITUAZIONE FISICA – “Ora mi sento bene, sto trovando il giusto ritmo. Sono contento della mia condizione e mi sto adattando al vostro calcio. L’idea di Spalletti di utilizzarmi per ora a gara in corso è stata molto intelligente. Chiaro che ogni giocatore vorrebbe entrare in campo dall’inizio, ma tra il recupero fisico e la necessità di capire un nuovo calcio credo che l’approccio sia stato quello migliore. Problemi al ginocchio? No, va meglio, certi doloretti sono abbastanza normali dopo mesi di inattività. Tutto però sta andando nella giusta direzione. Mi sento vicino al top”.

DERBY CON MILAN – “E’ una sfida di cui si parla in tutto il mondo, vale come Barcellona-Real Madrid o River-Boca. Vittoria nel derby o certezza di andare in Champions? No, voglio vincere il derby! Poi la Champions verrà da sé.”

RAPPORTO CON SPALLETTI –Al di là della sua preparazione calcistica, mi piacciono le persone dirette come lui, che ti dicono in faccia le cose. Ci eravamo già sentiti al telefono quando ero ancora a Barcellona. Avevamo parlato delle sue idee di calcio, lui sa che posso giocare in tutte le posizioni a centrocampo, ma anche in attacco. In un momento della carriera ho fatto pure il falso nueve”.

FUTURO NERAZZURRO ? –  “Certo, è quello che vorrei. Non sono venuto qui pensando di recuperare la forma per poi tornare al Barcellona. Voglio rimanere. Poi ovviamente il mio riscatto dipenderà dall’Inter. Leo (Messi, ndr), ma anche Suarez ed altri, mi hanno spiegato che stavo andando in un club storico, una big mondiale. Impazzivo per Ronaldo e Adriano. Ronaldo perché è il Fenomeno. Adriano invece ha dato il meglio qui e in tv non mi perdevo nessuna delle sue partite”.