Fabio Quagliarella ha raggiunto quota 90 reti in Serie A con la maglia della Sampdoria e quota 170 marcature complessive nel campionato italiano.

Bomber senza età

In questa stagione, Zlatan Ibrahimovic ha subito conquistato il premio di miglior bomber ‘anziano’ che milita all’interno del campionato di Serie A. La presenza di Zlatan ha quasi messo in secondo piano quella di altri fantastici cannonieri che, nonostante l’età, continuano a eguagliare record. Uno su tutti è Fabio Quagliarella. Il bomber campano, grazie alle sue immense qualità, sta ancora dimostrando la sua voglia di fare gol e di essere protagonista. Grazie al giusto minutaggio di mister Claudio Ranieri, Quagliarella si sta rivelando comunque decisivo. Infatti, a seguito del gol del 3-1 contro il Crotone nella gara di sabato, il capitano della Sampdoria è riuscito ad eguagliare un altro record.

Due record raggiunti

L’attaccante non riusciva a segnare da quasi un mese, dalla partita finita 2-2 contro il Torino di Giampaolo. Proprio durante la partita numero 200 con la maglia blucerchiata, Quagliarella ha siglato il suo gol numero 90 con la Sampdoria. Ma non solo, perché il bomber campano ha raggiunto quota 170 gol nel massimo campionato italiano. A questo punto, il presidente Ferrero dovrà riflettere bene sulla proposta di rinnovo contrattuale per il suo capitano, il cui contratto scadrà al termine di questa stagione. E’ vero, non avrà più la velocità e la forza fisica di un tempo, ma il capitano blucerchiato riesce sempre a garantire qualità e gol. Nella classifica all-time dei marcatori doriani, Quagliarella si piazza al secondo posto con 90 gol segnati. Al primo posto c’è il commissario tecnico della nazionale italiana Roberto Mancini, con 132 gol.

Le parole di Quagliarella

Alla fine della partita disputata contro il Crotone e vinta per 3-1, Quagliarella ha rivelato il suo grande segreto per riuscire a giocare a questi livelli alla sua età: ‘’Dietro questo rendimento c’è la passione per questo sport e l’infinita voglia di divertirsi’’. Il bomber è intervenuto anche alla domanda sulla sua titolarità e se è una scelta che compie insieme a mister Ranieri. Queste le sue dichiarazioni: ‘’Fino a 50 anni vorrei sempre giocare titolare, ma è giusto che il mister faccia le sue scelte e che tutti rifiatino. E’ una situazione che vivo in modo molto sereno. Questo significa essere un gruppo’’.