Con l’apertura ufficiale della finestra invernale di calciomercato l’Inter, come tutte le squadre, punta a rinforzarsi in vista della seconda parte della stagione con l’obiettivo di centrare il difficile ma non impossibile terzo posto.

I nerazzurri nonostante la grande potenza di Suning dovranno, solo per quest’ultima sessione di mercato, rispettare i paletti posti dal Fair Play Finanziario raggiungendo entro giugno il pareggio di bilancio grazie soprattutto ai ricavi provenienti da Suning e altri nuovi sponsor esteri. Dalle cessioni bisogna riuscire a ricavare una plusvalenza di almeno 30 milioni entro il 30 Giugno 2017. Dopo aver spiegato quindi la situazione economica dei nerazzurri vediamo quelli che sono i movimenti in entrata della squadra milanese:

Gagliardini: Sarà il centrocampista classe 1994 il vero e unico colpo di mercato targato Suning con Ausilio che ha già trovato l’accordo con la società bergamasca e l’affare è in dirittura d’arrivo. Per la chiusura si dovrà attendere ancora qualche giorno quando i nerazzurri rientreranno dalla Spagna e lunedi sarà Steven Zhang ad incontrare la dirigenza atalantina per chiudere ufficialmente l’affare sulla base di un prestito con obbligo di riscatto intorno circa ai 28-30 milioni come cifra complessiva (si discute solo sull’identità del prestito iniziale).

Gollini: il portiere classe 1995 potrebbe essere il secondo acquisto dei nerazzurri che, solo in caso di uscita di Carrizo, potrebbero gettarsi a capofitto sul baby portiere ex Verona e attualmente in forza all’Aston Villa.

Chiuso il capitolo delle entrate soffermiamoci su quelle che potrebbero e dovrebbero essere le uscite in casa Inter:

Jovetic: la cessione più altisonante che si potrebbe registrare in casa Inter dovrebbe riguardare “Jojo”, ormai finito ampiamente fuori dal progetto nerazzurro. Sul montenegrino è forte l’interesse del Siviglia che in queste ore sta trattando con i nerazzurri cercando di arrivare ad un prestito con diritto di riscatto (i nerazzurri spingono per l’obbligo) mentre è da scartare completamente la pista cinese dello Jiangsu in quanto l’intenzione di Jovetic è quella di rimanere in Europa.

Banega: Chi invece potrebbe accettare la corte di qualche squadra cinese è proprio “El Tanguito”. I nerazzurri non vorrebbero privarsi di lui dopo soli sei mesi ma la prospettiva di realizzare qualche importantissima plusvalenza non va accantonata e quindi se dovesse arrivare un’offerta da 25-30 milioni di euro i nerazzurri sarebbero pronti a sedersi al tavolo delle trattative.

Kondogbia: il roccioso centrocampista francese è stato un autentico flop e i nerazzurri non avrebbero problemi a liberarsene solo di fronte ad un’offerta da 30 milioni di euro utile a pareggiare il bilancio.

Santon: Il difensore ferrarese potrebbe davvero salutare l’Inter in questa finestra di mercato. Dopo i tanti problemi in estate la Sampdoria pare essersi decisa a puntare su Santon e in queste ore starebbe trattando con l’Inter per trovare un accordo.

Ranocchia: Anche in questa sessione di mercato i nerazzurri cercheranno di piazzare il difensore umbro, mai autore di prestazioni sicure e convincenti. Sul giocatore non c’è nessun interesse concreto ma solo qualche timido sondaggio di squadre come il Sassuolo.

Palacio: Anche l’avventura di “El Trenza” sembra giunta al capolinea con i nerazzurri che non avrebbero troppi problemi a liberare un posto nel reparto offensivo. Sul giocatore si registra un interesse dell’Atalanta anche se la pista appare poco percorribile in quanto gli orobici difficilmente potranno offrire a Palacio un contratto in linea con le sue richieste.

Yao e Goukouri: i principali indiziati a lasciare l’Inter sono i due giovani giocatori prodotti dal vivaio. Per il difensore si parla di un ritorno al Crotone, sempre in prestito, ma proprio in queste ore il ragazzo sta ascoltando le offerte di altri club cone l’Empoli oppure altre società di serie B. Per quanto riguarda il centrocampista classe 1996 invece la proposta calabrese non suscita troppo interesse e dunque si aspetta che si faccia avanti qualche società più blasonata.

Oltre ai giocatori sopracitati ci sono altri nerazzurri che potrebbero lasciare la Beneamata anche se in questi casi le possibilità sono assai remote. Gabigol, infatti, dopo il ritiro in Spagna sembra aver convinto definitivamente Pioli a puntare su di lui. Insieme al brasiliano anche Eder dovrebbe rimanere e a completare l’attacco ci sarà ancora Biabiany che gode di molta stima da parte di Pioli vista la sua duttilità. Per quanto riguarda invece il reparto arretrato Andreolli dovrebbe rimanere come centrale di riserva dopo aver scavalcato Ranocchia nelle gerarchie del mister. Chiusura dedicata a Manaj di ritorno dal prestito al Pescara due verra girato, verosimilmente, a qualche squadra di serie B.

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUITECI SU: AGENTI ANONIMI

Filippo Rivani