Diego Costa è da tempo ai ferri corti con il manager del Chelsea Antonio Conte il quale, prima dell’inizio della stagione, ha comunicato all’attaccante ispano-brasiliano di non voler puntare su di lui. Il calciatore si è poi scagliato contro il tecnico italiano, dichiarando esplicitamente di non rispettare Conte. Dinanzi al rifiuto di tornare al campo di allenamento dei Blues, il Chelsea ha comminato a Diego Costa una multa di 300.000 sterline.

Inoltre, Diego Costa ha rifiutato tutte le proposte arrivate e avanzategli dal suo agente Jorge Mendes, perché deciso a tornare all’Atletico Madrid, ma solo da gennaio visto che il club madrileno ha il mercato bloccato per effetto della sentenza del TAS. Per questi motivi, bisognerà trovare una squadra fino a fine dicembre e il manager dell’Everton, Ronald Koeman, ha aperto le porte: “Ovviamente, ci interessa avere giocatori anche per il futuro, ma se si può prendere un calciatore importante in questo modo perché no? Che sia per sei mesi, l’intera stagione o due anni“. Nei Toffees Diego Costa formerebbe una coppia “di stelle” con Wayne Rooney. Il Colchoneros sarebbero invece disposti a “parcheggiarlo” al Deportivo: Diego Costa si avvicina all’Atletico Madrid: ecco il piano dei Colchoneros.

Gabi, capitano dell’Atletico Madrid, si è espresso sulla possibilità di ritorno dell’ispano-brasiliano:”Sta vivendo una situazione complicata. Ha già parlato pubblicamente ma deve ancora perfezionare l’accordo. Quello che so è che l’Atletico lo vuole riportare a Madrid e che lui vuole tornare, però il Chelsea si è messo di mezzo. Quando fai parte di un club devi portargli rispetto e dare il massimo. Nel migliore dei modi lasci una squadra, nel migliore dei modi verrai accolto nella tua nuova società“.

Fermo restando la possibilità di giocare in prestito altrove (l’Everton e il Deportivo rappresentano opzioni possibili), a inizio gennaio Diego Costa dovrebbe essere un calciatore dell’Atletico. Il punto è che i Colchoneros, forti della volontà del calciatore, sono pronti a mettere sul piatto 30 milioni di sterline, cifra diversa dai 50 richiesti dai Blues.

Diego Costa era stato acquistato dall’Atletico nel lontano dicembre 2006, ma ha fatto tantissima gavetta tra i vari prestiti, prima di tornare alla base definitivamente nel 2012 (nel 2010-2011 la prima stagione con i Colchoneros, seguita poi da un prestito al Valladolid). Con l’Atletico ha segnato 64 gol in 135 partite, mentre al Chelsea ha messo a segno 59 gol in 120 partite. Per lui otto titoli totali tra le due squadre, di cui tre campionati nazionali.