Questo weekend è ripartita la Premier League che, oltre a confermarsi il campionato più bello del mondo, si consolida, ancora una volta, come il più ricco.

Nonostante il deprezzamento della sterlina, infatti, secondo l’Annual Review of Football Finance, i club inglesi fatturano l’equivalente di 4,8 miliardi di Euro in totale (circa 250 milioni di media per ogni club). Cifre mostruose se paragonate a quelle degli altri massimi campionati europei: la Bundesliga fattura 2,7 miliardi; seguono la Liga (2,4), la Serie A (1,9) e Ligue 1 (1,7).  I profitti del massimo campionato inglese derivano da: sponsor e settore commerciale (1,4 miliardi), broadcasting (2,5 miliardi), matchday e botteghino (831 milioni), con una media di spettatori del 96% per ogni stadio.

A partire da questa stagione, inoltre, è entrato in vigore il nuovo contratto stipulato con Sky Sport UK per la cessione dei diritti televisivi che ha portato un aumento del 58% rispetto al triennio precedente: ovvero introiti aumentati da 1,83 a 2,9 miliardi di sterline l’anno, raggiungendo la somma astronomica di 8,7 miliardi per il triennio 2016/2019 (considerando domestic rights e overseas rights).

Il prospetto del Daily Mail sulle cifre dei diritti TV in Premier League

Ciò, da molti benefici ai club di Premier League: infatti, la distribuzione degli incassi televisivi prevede un assegno minimo di 97 milioni di sterline per ogni società, con poi delle differenze a salire in base al merito sportivo e al bacino d’utenza dei vari club. Il rapporto di introiti tra la prima e l’ultima in classifica è di 1:6: il più basso fra i club dei campionati principali.

Questo enorme giro di denaro permetterà a molti club di rimodernare i propri stadi: il Manchester City, ad esempio, ha intenzione di creare il suo City of Manchester Stadium aggiungendo 6.000 posti ai 55.000 attuali dell’Etihad, per una spesa totale di 60 milioni di sterline. Anche il Tottenham sta lavorando al suo nuovo stadio da 61.000 posti, per una spesa fra i 650 e i 730 milioni di sterline, che porterà la Southern Stand ad essere la più grande curva d’Inghilterra, con 17.000 posti disposti su un unico anello.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI