Nel weekend appena concluso si è disputato il quinto turno di Premier League, il massimo campionato inglese. Nell’anticipo del sabato, vince il Liverpool, che strapazza il Tottenham Hotspur. Nel pomeriggio, poi, vincono anche Manchester City, Arsenal e Chelsea, con i Blues che continuano ad affiancare i Reds in vetta.

Ora, vediamo in dettaglio cosa è successo #OltreLaManica.

 

Tottenha Hotspur-Liverpool 1-2

A Wembely, vince il Liverpool di Jurgen Klopp, che batte 2-1 il Tottenham Hotspur di Mauricio Pochettino, privo di Hugo Lloris e Dele Alli e rimane in vetta. Reds subito in avanti e, al ‘2, trovano subito la rete, con Sadio Mané che devia in porta. Tuttavia, il direttore di gara annulla per fuorigioco. Tuttavia, gli Spurs sono distratti e, al ’39, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Eric Dier prova ad allontanare di testa, ma Georgino Wijnaldum scaglia il pallone poco sotto la traversa. Nella ripresa, il copione non cambia e, da pochissimi passi, Roberto Firmino conclude a rete. Inutile, al ’90+3, la rete di Erik Lamela. #MarciaSullaPremier

Bournemouth-Leicester City 4-2

Il Bournemouth batte 4-2 il Leicester City al Dean Court. Cherries che partono subito forte, con Asmir Begovic che neutralizza agevolmente i tentativi di Jamie Vardy e James Maddison e Ryan Fraser che trova una doppietta fra il ’19 e il ’37 con due tiri da fuori area. Al ’41, poi Ricardo Pereira causa un calcio di rigore, abilmente trasformato da Joshua King, che sembra chiudere i giochi. Ad inizio ripresa, Wes Morgan si fa espellere e, con la rete di Adam Smith, sembra calare il sipario sulla gara. Tuttavia, nel finale, grazie al loro orgoglio, le Foxes trovano due reti, realizzate da James Maddison – su rigore – e Marc Albrighton. #TroppoTardi

Eden Hazard, 27 anni: tripletta per lui contro il Cardiff City.

Chelsea-Cardiff City 4-1

Anche il Chelsea di Maurizio Sarri non si ferma, e batte 4-1 il Cardiff City.  I Blues partono meglio ma, al ’16, sono i gallesi a passare: infatti, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Sol Bamba batte Kepa con un gran tiro al volo. A quel punto, però, si accende Eden Hazard che, al ’37, trova il pari con un gran diagonale al termine di un’azione in velocità. Sempre il belga, allo scadere della prima frazione, trova il vantaggio. Nella ripresa, Mateo Kovacic lascia il campo per problemi fisici ma, all’80, è ancora Hazard a chiudere i giochi, trasformando un penalty assegnato per fallo di Bamba su Willian.  Nel recupero, poi, è il brasiliano a chiudere i giochi con una sassata da fuori area. #Sarriball

Huddersfield Town-Crystal Palace 0-1

Vittoria pesante del Crystal Palace in casa dell’Huddersfield Town. Terriers in controllo assoluto della gara, con Steve Mounie che sfiora il vantaggio con un  gran colpo di testa. Tuttavia, le Eagles passano alla prima vera, unica e seria occasione della loro gara quando, al ’37, Wilfried Zaha conclude a rete una bellissima azione personale. Nella ripresa, sempre i Terriers in controllo, con Philip Billing  che segna – però in offside – e Christopher Schindler, che sfiora la traversa. #Cinismo

Manchester City-Fulham 3-0

Gara senza storia all’Etihad Stadium, dove il Manchester City di Pep Guardiola travolge 3-0 il Fulham. Dopo soli 2 minuti, Fernandinho pesca in area Leroy Sané, il quale, da pochi passi, trafigge il portiere. Poco dopo Bernardo Silva si impossessa del centrocampo e lancia Raheem Sterling verso il raddoppio, ma l’inglese colpisce la traversa. Ci pensa, però, David Silva a trovare la seconda rete per i Citizens. Nella ripresa, al ’55, Sergio Aguero pesca in area Raheem Sterling che, questa volta, non fallisce. Per il resto il City fa accademia. #NoChance

Newcastle United-Arsenal 1-2

Vince anche l’Arsenal di Unai Emery che, a St. James Park, batte 2-1 il Newcastle United. Gunners in pieno controllo della gara, con Alexandre Lacazette che sfiora il vantaggio intorno alla mezz’ora. Ad inizio ripresa, però, arriva il vantaggio, con Granit Xhaka che trova la via del gol con un magistrale calcio di punizione. Al ’58, poi, un perfetto tap-in di Mesut Ozil chiude i giochi. Inutile la rete su colpo di testa di Ciaran Clark nel finale. #LaStradaGiusta?

Granit Xhaka, 25 anni: sua la magistrale punizione che sblocca la gara del St. James Park.

Watford-Manchester United 1-2

Si ferma la striscia positiva del Watford, che viene abbattuto 2-1 dal Manchester United di Josè Mourinho. Gli Hornets partono sicuramente meglio, con Troy Deeney che costringe David De Gea agli straordinari in più occasioni. Al ’35, poi, arriva il vantaggio dei Red Devils, con Romelu Lukaku che devia sottoporta un cross di Alexis Sanchez. Meno di due minuti dopo, poi, Chris Smalling trova il raddoppio, con una girata in area. Nella ripresa, il Watford cresce, e Andre Gray riapre la gara nel finale, ma ormai è tutto inutile. #Stop

Wolverhampton-Burnley 1-0

Vince il Wolverhampton, che batte 1.0 il Burnley. Wolves in pieno controllo della gara sin dai primi minuti, con i padroni di casa che impegnano più volte Joe Hart e Raul Gimenez che scheggia la traversa. Ad inizio ripresa, proprio il messicano trova il gol partita, facendosi trovare pronto su un cross di Matt Doherty. E’ piena crisi per il Burnley, che dopo l’exploit della scorsa stagione ha collezionato solo un punto da agosto. #Crisi?

Everton-West Ham United 1-3

Vince finalmente anche il West Ham United, nel giorno del compleanno del suo tecnico, Manuel Pellegrini. Gli Hammers, infatti, battono 3-1 l’Everton. Primo tempo marchiato da due attaccanti: da un lato Andriy Yarmolenko, autore della micidiale doppietta che porta i londinesi sul 2-0; dall’altra, Cenk Tosun, l’attaccante turco dei Toffees che impegna Lukasz Fabianski in diverse occasioni. Allo scadere della prima frazione, però, i padroni di casa riaprono i giochi, con Gylfi Sigurdsson che svetta di testa e anticipa tutti. Ad inizio ripresa, però, Pedro Obiang chiude i giochi, servendo Marko Arnautovic in area di rigore: l’ex-Inter, non può sbagliare. #Finalmente

Southampton-Brighton Hove & Albion 2-2

Nel Monday Night, finisce in parità la sfida fra Southampton e Brighton Hove & Albion. Saints subito in partita, con Danny Ings che impegna il portiere avversario già dopo pochi minuti. Al ’37, poi, la sblocca Pierre-Emile Hojbjerg, che risolve una mischia in area di rigore. Ad inizio ripresa, poi, Gaetan Bong, atterra un avversario in area di rigore: dal dischetto va Danny Ings, che non sbaglia. Tuttavia, i Seagulls non mollano e riescono a riaprire la gara al ’67, con il colpo di testa di Shane Duffy. Allo scadere, poi, arriva l’insperato pareggio siglato da Glenn Murray. #FinoAllaFine

Glenn Murray, 34 anni: sua la rete che regala il pari all’ultimo respiro al Brighton.

Curiosità

Per Mesut Ozil (Arsenal), quella contro il Newcastle è stata la presenza numero 200 con la maglia dei Gunners.

Prossimo turno

La Premier League torna la prossima settimana, con l’anticipo delle 13,30 di sabato fra Fulham e Watford. Poi, nel pomeriggio, il Cardiff ospiterà il Manchester City, mentre Liverpool e Manchester United sfideranno rispettivamente Southampton e Wolverhampton. In serata, poi, sfida fra Tottenham e Brighton. Domenica, invece, il Chelsea sfida il West Ham, mentre l’Arsenal ospita l’Everton. Ecco le altre gare: Burnley-Bournemouth, Crystal Palace-Newcastle e Leicester-Huddersfield.

Classifica

Chelsea, Liverpool 15 pt.; Manchester City 13 pt.; Watforc 12 pt.; Bournemouth 10 pt.; Tottenham, Arsenal, Manchester United 9 pt.; Wolverhampton 8 pt.; Everton, Leicester, Crystal Palace 6 pt.; Southampton, Brighton 5 pt.; Fulham 4 pt.; West Ham 3 pt.; Cardiff, Huddersfield 2 pt.; Newcastle, Burnley 1 pt.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI