Nel weekend si è giocato il 35esimo turno di Premier League, che ha regalato, come sempre, grande spettacolo.  Nella giornata di sabato, il Sunderland è uscito sconfitto dalla sfida casalinga contro il Bournemouth, diventando ufficialmente la prima squadra retrocessa della stagione. Vince, invece, il Leicester City che, grazie a Jamie Vardy stende il West Bromwich. Pareggiano entrambe, invece, le due di Manchester: lo United viene fermato sull’1-1 dallo Swansea, mentre il City viene bloccato sul 2-2 dal Middlsebrough. Vince, poi, il Chelsea, che stende 3-0 l’Everton, mentre, a sua volta, il Tottenham vince il North London Derby, battendo 2-0 l’Arsenal. Infine, nel Monday Night, vince il Liverpool, che batte il Watford e aggancia il terzo posto. Ora, vediamo in dettaglio cosa è successo #OltreLaManica.

 

Southampton – Hull City 0-0

Si apre con un pareggio a reti bianche questo turno: al St. Mary Stadium,  il Southampton non va oltre lo 0-0 contro l’Hull City. La partita è stata equilibrata per tutti i 90 minuti ma, l’occasione più importante l’hanno avuta i Saints che, al ’90, hanno avuto l’opportunità di passare in vantaggio con un calcio di rigore: Alfred N’Diaye commette un fallo ingenio sull’avversario, costringendo l’arbitro a fischiare il penalty. Sul dischetto va Dusan Tadic che, però, si fa parare il tiro da Eldin Jakupovic.  #SlidingDoors

Stoke City – West Ham United 0-0

Pareggio a reti bianche anche tra Stoke City e West Ham United al Bet365 Stadium di Stoke-On-Trent. La partita è stata molto equilibrata e ricca di occasioni. Nel primo tempo, molto meglio i londinesi di Slaven Bilic: gli Hammers sono andati più volte vicino al gol, con André Ayew e Jonathan Calleri. Nella ripresa, la reazione dei Potters: diverse le occasioni da gol create dai padroni di casa che, però, falliscono il clamorosamente il colpo del ko con Marko Arnautovic. #SlidingDoorsPt.2

Jermain Defoe, 35 anni, al termine del match di sabato: il Sunderland torna in Championship.

Sunderland – Bournemouth 0-1

Il primo verdetto del campionato, invece, arriva allo Stadium of Light, nei minuti finali della sfida fra Sunderland e Bournemouth. I Black Cats di David Moyes, infatti, sono la prima squadra a retrocedere ufficialmente in Championship. La partita è stata abbastanza equilibrata, con il Sunderland che, più volte, è andato vicino al gol. Nei minuti finali, precisamente all’88, però, passano in vantaggio grazie alla rete di Joshua King che, da pochi passi, non sbaglia. #BlackCatsCrossTheRoads

West Bromwich Albion – Leicester City 0-1

Vince anche il Leicester City di Craig Shakespeare, che è corsaro all’Hawthorns, è passa 1-0 sui padroni di casa del West Bromwich Albion.  A decidere la gara è una rete di Jamie Vardy che, al ’43, trafigge il portiere avversario con un tiro da fuori. Nella ripresa, le Foxes difendono bene il vantaggio, guadagnandosi tre punti fondamentali che permettono un finale di stagione tranquillissimo. #Vardy’sBack

Crystal Palace – Burnley 0-2

Vincono anche i gallesi del Burnley che battono 2 a 0 il Crystal Palace espugnando Selhurst Park. Ad aprire le danze, ci pensa Ashley Barnes che, servito da Stephen Ward, all’8, da pochi metri, non sbaglia. I Claret subiscono la reazione delle Eagles per tutto il resto della partita, con Tom Heaton assoluto salvatore della patria: il portiere, infatti, si immola più volte per proteggere il vantaggio. Il raddoppio, che segna il definitivo ko, arriva con la rete di Andre Garay all’85. #AquileInPicchiata

Manchester United – Swansea City 1-1

Pareggio a sorpresa, invece, all’Old  Trafford: i padroni di casa del Manchester United, infatti, non vanno oltre l’1-1 conto i gallesi dello Swansea City. Gli Swans provano a prendere in mano la partita fin da subito, con i Red Devils che si chiudono in difesa. Gli assalti, però, non portano i risultati sperati e, al ’45, su un contropiede, una furba simulazione di Marcus Rashford inganna il direttore di gara, e lo costringe a dare il penalty: sul dischetto va Wayne Rooney, un garanzia. Nella ripresa, lo United prende in mano la gara, e va più volte vicino al raddoppio. Col passare dei minuti, però, gli uomini di Mourinho si rilassano e, all’85, subiscono il pari con un tiro di Gylfi Sigurdsson e, poi, rischiano di subire anche una seconda rete in pieno recupero. #Special?

I giocatori del Chelsea esultano dopo il primo gol rifilato all’Everton.

Everton – Chelsea 0-3

A quattro giornate dal termine, il Chelsea di Antonio Conte rimane a +4 sul Tottenham,  ed espugna Goodison Park, rifilando 3 reti all’Everton di Ronald Koeman. I Toffees partono subito forte, cercando di mettere subito in difficoltà i londinesi, e vanno vicino al gol con il solito Romelu Lukaku. Dopo un primo tempo molto combattuto, nella ripresa, i Blues dilagano: al ’66, Pedro fa una magia e lascia partire un sinistro a giro che si va ad insaccare sotto l’incrocio dei pali. A questo punto, l’Everton si scopre e, la squadra di Conte lo punisce con la deviazione sotto porta di Gary Cahill e la rete di Willian. #LeManiSullaPremier

Mddlesbrough – Manchester City 2-2

Pareggio a suon di gol al Riverside Stadium, dove il Middlesbrough ferma sul 2-2 il Manchester City di Pep Guardiola. Il Boro parte subito forte, pressando e mettendo in difficoltà i Citizens: questa tecnica porta i risultati sperati al ’38: Alvaro Negredo aggancia divinamente il pallone al limite dell’area e scaglia un missile terra-aria che va ad infilarsi nell’angolino alle spalle del portiere. Al ’67, gli ospiti trovano il pari: un ingenuo fallo di Marteen De Roon costringe l’arbitro a fischiare il penalty. Sul dischetto va il Kun, Sergio Aguero, che non sbaglia.  Esattemente dieci minuti più tardi, il Middlesbrough torna in vantaggio, grazie alla bella rete di Calum Chambers che, da pochi passi non sbaglia. L’insperato pareggio arriva all’85: un colpo di testa del brasiliano Gabriel Jesus regala agli Skyblues 1 punto ormai insperato. #Miracolo

Tottenham – Arsenal 2-0

A White Hart Lane, il Tottenham tiene ancora aperta la corsa  al titolo, battendo con un secco 2-0 l’Arsenal di Arsène Wenger, vincendo il North London Derby e mantenendosi a -4 dalla vetta.  Gli Spurs partono subito forte, e mettono i Gunners alle corde, con Harry Kane e Christian Eriksen che regalano occasioni da ogni dove. Nella ripresa, il copione non cambia e, al ’55, Dele Alli si fa trovare pronto sulla respinta di Petr Cech, e scaglia il pallone in rete. Tre minuti più tardi, un clamoroso errore di Gabriel Paulista porta l’arbitro a fischiare un calcio di rigore: sul dischetto va l’Uragano, Harry Kane, che soffia il pallone nell’angolino in cui il portiere ceco non può arrivare. #ByeByeSTTotteringham’sDay

Harry Kane (23 anni) esulta con Dele Alli (21) dopo aver siglato il raddoppio nel Nort London Derby.

Watford – Liverpool 0-1

Nel Monday Night, vince il Liverpool di Jurgen Klopp, che si impone al Riverside Stadium battendo il Watford di Walter Mazzarri e guadagnandosi il terzo posto. I Reds partono subito forte, controllando la gara fin dalle prime battute. Al ’13, però, il brasiliano Philippe Coutinho è costretto a lasciare il campo, a causa dell’ennesimo infortunio. Al suo posto, il rientrante Adam Lallana, che va subito vicino al gol, ma viene fermato da Heurelho Gomes. Il vantaggio arriva però nei secondi finali del primo tempo: su cross di Lucas Leiva, Emre Can si coordina e tira fuori dal cilindro una splendida rovesciata, che va ad insaccarsi in rete. Nella ripresa, il Liverpool cerca di chiudere la gara, ma non ci riesce e, nei minuti finali, subisce l’assalto degli Hornets, che colpiscono la traversa al ’94 con Sebastian Prodl. #WhatAGoal

Curiosità

Il Burnley non vinceva in trasferta contro una squadra londinese dal 1975 (1-0 contro il QPR).

L’Arsenal  non finiva matematicamente dietro al Tottenham in un campionato dalla stagione 1994-1995.

Con la presenza di ieri sera, James Milner (Liverpool) ha raggiunto 450 presenze in Premier League.

 

Prossimo turno

La Premier League torna il prossimo weekend, con il 36esimo turno. Venerdì, il Tottenham andrà all’Olympic Stadium dove affronterà il West Ham, mentre il Chelsea affronterà il Middlesbrough nel Monday Night. Sabato pomeriggio, invece, il Manchester City affronterà il Crystal Palace, mentre, domenica, il Liverpool ospiterà il Southampton.  Big match di giornata domenica alle 17,00, tra Arsenal e Manchester United. Ecco le altre gare del turno: Bournemouth-Stoke City, Burnley-West Bromwich, Hull City-Sunderland, Leicester-Watford e Swansea-Everton.

 

Classifica: Chelsea* 81 pt.;  Tottenham* 77 pt.; Liverpool 69 pt.; Manchester City* 66 pt.; Manchester United* 65 pt.; Arsenal* 60 pt.; Everton 58 pt.;   West Bromwich* 44 pt.; Southampton** 43 pt.;  Stoke City, Watford*, Leicester* 40 pt.;  Burnley 39 pt.; West Ham 38 pt; Hull City 34 pt.;  Crystal Palace 33 pt.; Swansea 32 pt.; Middlesbrough 28 pt.; Sunderland* 21 pt.

*Una partita in meno

**Due partite in meno

 

Per vedere cosa è successo nella scorsa giornata, clicca qui.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI