Nel weekend appena concluso, si è chiusa la terza giornata di Premier League. Nel Monday Night, clamoroso 3-0 del Tottenham ai danni del Manchester United, con la panchina di Josè Mourinho che si fa sempre più rovente. Nel weekend, si ferma anche il City, bloccato sull’1-1 dal Wolverhampton, mentre Liverpool e Chelsea avanzano a punteggio pieno. Trova la prima vittoria stagionale anche l’Arsenal, che batte il West Ham. Ora, vediamo in dettaglio cosa è successo #OltreLaManica.

 

Wolverhampton-Manchester City 1-1

Risultato a sorpresa al Molineux Stadium ,dove il Wolverhampton blocca sull’1-1 il Manchester City di Pep Guardiola. Wolves che partono fortissimo, con Raul Jimenez che trova la rete. Tuttavia, era in offside. Citizens che reagiscono con il palo di Sergio Aguero e un’incredibile traversa di Raheem Sterling, con un gran destro da fuori leggermente deviato da Rui Patricio, autore di una parata candidata a diventare una delle più belle di questa Premier League. Al ’59, poi,  su cross di Joao Moutinho, Wilfried Bony – in posizione di offside – si tuffa e insacca nell’angolino basso, colpendo la palla anche con l’avambraccio. Incredibile errore arbitrale. Dieci minuti dopo, però, gli ospiti trovano il pareggio, con Aymeric Laporte e il suo imperioso stacco di testa in area di rigore. #INCREDIBILE

Arsenal-West Ham United 3-1

All’Emirates, arriva la prima vittoria dell’Arsenal di Unai Emery, che si impone 3-1 sul West Ham United di Manuel Pellegrini. Hammers che partono meglio nella prima fase, e la sbloccano al ’25, con il solito Marko Arnautovic che, servito da Felipe Anderson, ha calciato un missile nell’angolino basso. Immediata la risposta dei Gunners che, cinque minuti dopo, trovano il pareggio con Nacho Monreal, che sfrutta un rimbalzo in area ospite. La partita, però, è tutt’altro che in discesa per l’Arsenal, che subisce un’altra rete – annullata poi dal direttore di gara per offside – e non riesce ad essere incisivo per tutta la prima frazione, rischiando il capitombolo. Nella ripresa, però, gli uomini di Emery tornano in campo con uno spirito diverso e, a fatica, mettono sotto gli Hammers, il cui uno squillo consiste in un tentativo da lontano di Anderson. Arsenal che passa in vantaggio al ’70, con Issa Diop che devia nella propria porta un tiro di Alexandre Lacazette, e chiude i giochi al ’90+2, con Danny Wellbeck. #FinalmenteEmery

Unai Emery, 46 anni: sabato, anche per il suo Arsenal sono arrivati i primi punti.

Bournemouth-Everton 2-2

Partita divertente ed emozionante anche al Dean Court, dove Bournemouth ed Everton pareggiano 2-2. Primo tempo equilibrato, con i Toffees che, però, nel finale, perdono il loro uomo di punta, Richarlison, espulso per una scellerata reazione ai danni di un centrocampista avversario. Nella ripresa, poi, la squadra ospite passa in vantaggio, grazie ad un contropiede magistrale concluso da Theo Walcott. Poi, poco dopo, Michael Keane trova il raddoppio e, complice l’espulsione di Adam Smith, l’Everton si culla sugli allori. Tuttavia, non bisogna mai pensare di aver chiuso la gara, soprattutto in Premier League, così, fra il ’75 e il ’79, le Cherries agguantano il pareggio con Joshua King (rigore) e l’olandese Nathan Ake. #Comeback

Huddersfield Town-Cardiff City 0-0

Partita priva di emozioni e di reti al Kirkless Stadium, dove Huddersfield Town e Cardiff City non si fanno male e non vanno oltre lo 0-0. Primo tempo di marca Terriers, con Terence Kongolo che ci prova con una bella azione personale, ma il suo tiro viene fermato da un difensore. Nella ripresa, però, i padroni di casa rimangono in inferiorità numerica a causa dell’espulsione di Jonathan Hogg e, nel finale, i Bluebirds hanno l’occasione per chiudere i conti, con il tentativo di testa di Sean Morrison che sfiora il palo. #TarallucciEVino

Southampton-Leicester City 1-2

Partita entusiasmante e risolta allo scadere al St. Mary Stadium, dove il Leicester City batte 2-1 il Southampton, Gara accesissima ed equilibrata sin dai primi minuti dove, rispettivamente, Jannik Vestergaard e Wilfried Ndidi sfiorano il vantaggio. La gara, però, si infiamma nella ripresa quando, al ’52, Ryan Bertrand trova il vantaggio con un tiro dalla media distanza che va ad infilarsi nel sette. Immediata la risposta delle Foxes che, al ’56, in contropiede, trovano il pareggio con Demarai Gray. Ad aiutare gli ospiti, poi, ci pensa l’ingenua espulsione di Pierre-Emile Hojbjerg, che lascia i suoi in inferiorità numerica. Così, allo scadere – precisamente al ’90+2 – una fucilata di Harry Maguire fa crollare il muro, regalando i tre punti alla squadra di Claude Puel. #Zampata

Liverpool-Brighton Hove & Albion 1-0

Vince ancora il Liverpool che, ad Anfield, si sbarazza agevolmente del Brighton Hove & Albion grazie ad una rete del solito Mohammed Salah. Reds subito all’attacco, con Roberto Firmino che sfiora la rete e Trent Alexander-Arnold che colpisce una traversa dalla distanza. Al ’23, poi, arriva, in contropiede, il gol partita siglato dall’egiziano. I Reds continuano a macinare gioco ma, fatta eccezione per un’autorete sfiorata da Shane Duffy e un colpo di tacco di Georgino Wijnaldum, sono i Seagulls a procurarsi l’occasione migliore con un colpo di testa di Pascal Gross salvato miracolosamente da Allison. #SempreLui

Mohammed Salah, 26 anni: ancora una volta decisivo contro i Seagulls.

Watford-Crystal Palace 2-1

A Vicarage Road, vince il Watford, che batte 2-1 il Crystal Palace e continua a marciare a punteggio pieno. Tuttavia, partono nettamente meglio le Eagles, con Christian Benteke che impegna Ben Foster in diverse occasione. I padroni di casa, invece, cominciano a spingersi in avanti nel finale della prima frazione, senza però colpire con decisione. Nella ripresa, micidiale 1-2 degli Hornets, che chiudono la gara fra il ’51 e il ’71 con le reti di Roberto Pereyra e Jose Holebas. Nel finale, poi arriva il gol della falsa speranza, con Wilfried Zaha che, con una conclusione chirurgica, batte il portiere. #PunteggioPieno

Fulham-Burnley 4-2

Gol e spettacolo al Craven Cottage, dove il Fulham batte 4-2 il Burnley. Cottagers in vantaggio già al ‘4, con Jean Michael Seri che trova la via del gol con un micidiale tiro da fuori. Immediata la risposta dei Clarets, che trovano il pari in contropiede con Jeff Hendrick. I padroni di casa, però, sono in pieno controllo della gara e, dopo aver sfiorato il vantaggio in diverse occasioni, lo trovano fra il ’33 e il ’38, con un micidiale 1-2 firmato da Aleksandr Mitrovic che porta la gara sul 3-1. Nel finale della prima frazione, gli ospiti riaprono i giochi con un missile di James Tarkowski. Nella ripresa, però, il tedesco Andre Schurrle, chiude i giochi. #Poker

Newcastle United-Chelsea 1-2 

A St. James Park, vince il Chelsea di Maurizio Sarri, che si impone 2-1 sul Newcastle United. Primo tempo imballato, con i Blues che fanno possesso ma faticano a scardinare la muraglia dei Magpies. L’occasione più clamorosa capita sul destro di Cesar Azpilicueta, la cui conclusione viene respinta sulla linea da Alvaro Morata, che si trova involontariamente sulla line di tiro. Nella ripresa, il Chelsea continua su questa linea, sfiorando l’80% di possesso palla; poi, ci pensa Marcos Alonso: l’ex esterno della Fiorentina, infatti, si procura un calcio di rigore al ’76, poi trasformato da Eden Hazard. Tuttavia, all’83, Joselu sfrutta un cross dalla destra di DeAndre Yedlin, e trafigge Kepa con una splendida girata di testa. Da segnalare, un’evidente gomitata dello statunitense ai danni di David Luiz. Al ’87, tuttavia, Marcos Alonso lascia partire un destro sporco in piena area, forse con l’intenzione di servire Ross Barkley sul secondo palo; sulla traiettoria c’è DeAndre Yedlin che insacca nella propria porta firmando una beffarda autorete. #Assedio

Manchester United-Tottenham Hotspur 0-3

Nel Monday Night, il Tottenham Hotspur batte con un secco 3-0 il Manchester United di Josè Mourinho. Red Devils che partono subito forte, con Fred e Romelu Lukaku che sfiorano la rete. Gli Spurs crescono col passare dei minuti e, alla mezz’ora chiedono un calcio di rigore per un contatto molto dubbio fra Lucas Moura e Phil Jones. Ad inizio ripresa, poi, arriva il terribile uno-due del Tottenham che manda al tappeto lo United: al ’50, su corner di Kieran Trippier, Harry Kane salta più in alto di tutti e batte David De Gea. Un minuto dopo, poi, Christian Eriksen va via sulla destra e serve a rimorchio Lucas Moura, che chiude i conti. I Red Devils spengono la luce e, all’84, i ragazzi di Mauricio Pochettino mettono il punto esclamativo sulla partita: servito da Kane in contropiede, ancora il brasiliano va via in velocità e trova la rete. #Capolinea?

Lucas Moura, 26 anni, doppietta per lui contro lo United.

Curiosità

Con la gara di sabato, Vincent Kompany (Manchester City) ha raggiunto quota 250 presenze in Premier League. E’ il miglior belga di sempre.

Prossimo turno

La Premier League torna il prossimo weekend con il terzo turno. Sabato, scenderà in campo il Liverpool, che sfiderà il Leicester nell’anticipo delle 13,30, mentre il Chelsea sfiderà il Bournemouth.  In serata, invece, il Manchester City cercherà di ripartire contro il Newcastle. Domenica, poi, l’Arsenal affronterà il Cardiff, il Manchester United andrà a Burnley e il Tottenham sfiderà il Watford. Ecco le altre gare: Brighton-Fulham, Crystal Palace-Southampton, Everton-Huddersfield e West Ham-Wolverhampton.

Classifica

Liverpool, Chelsea, Tottenham, Watford 9 pt.; Manchester City, Bournemouth 7 pt.; Leicester 6 pt.; Everton 5 pt.; Manchester United, Arsenal, Crystal Palace, Fulham, Brighton 3 pt.; Wolverhampton, Cardiff 2 pt.; Southampton, Burnley, Huddersfield 1 pt.; West Ham 0 pt.

 

Andrea Fabris (@andreafabris96)

 

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI