La Premier League non si ferma neanche durante le vacanze natalize! Il 26 dicembre è andato in scena il classico turno del Boxing Day del calcio inglese. Il Chelsea centra la sua dodicesima vittoria consecutiva, mentre Arsenal e Manchester City non mollano i Blues, e battono West Bromwich e Hull. Vittoria importantissima dello United, trascinato da un meraviglioso Zlatan Ibrahimovic. Cade il Leicester di Ranieri contro l’Everton, mentre il Watford di Walter Mazzarri viene bloccato sull1-1 dal Crystal Palace. Nel posticipo di martedì, vince il Liverpool, che schianta 4-1 lo Stoke, mentre, mercoledì sera, con lo stesso risultato, il Tottenham abbatte i Saints. Vediamo ora, in dettaglio, cosa è successo #OltreLaManica.

OLivier Giroud, 30 anni. L'attaccante francese ha già siglato 4 gol in campionato.

Olivier Giroud, 30 anni. L’attaccante francese ha già siglato 4 gol in campionato.

Arsenal – West Bromwich 1-0

All’Emirates, assoluto dominio dell’Arsenal, che passa, però, solamente con un 1-0 contro il West Bromwich. La squadra di Arséne Wenger domina l’incontro, andando più volte vicino al gol. Assoluto protagonista, il solito Alexis Sanchez: il cileno, prima, spreca una clamorosa occasione, poi, colpisce un palo. L’incontro viene deciso all’86: il tedesco Mesut Özil crossa in area, dove Olivier Giroud incorna da pochi passi e insacca alle spalle di Ben Foster. Ottima vittoria per i Gunners, che non perdono il treno di testa. #QuestioneDiTesta

Watford – Crystal Palace 1-1

Debutta con un pareggio il neo tecnico del Crystal Palace, Sam Allardyce: le Eagles vengono fermate sull’1-1 dal Watford di Walter Mazzarri. Le cose si mettono subito male per gli Hornets: dopo soli 4 minuti, l’allenatore toscano deve fare a meno di Daryl Janmaat, costretto ad uscire a causa di un infortunio. Al suo posto, Camilo Zuniga. Poco dopo, infortunio anche per l’ex-laziale Valon Behrami. Gli ospiti passano in vantaggio al ’26, con il solito Cabaye che, imbeccato da un cross di un compagno, da pochi passi, non sbaglia. Dieci muniti più tardi, la situazione potrebbe anche peggiorare: Heurelho Gomes, ingenuamente, atterra un avversario in aria di rigore. Sul dischetto va Christian Benteke: questa volta, però, il belga fallisce, e il portiere brasiliano si fa perdonare. Non sbaglia, invece, Troy Deeney che, al ’76, trasforma il rigore causato da Delaney, siglando il pareggio definitivo. Ottima partenza per Allardyce! #LaFortunaDeiPrincipianti

Burnley – Middlsebrough 1-0

Vince anche il Burnley che, al Turf Moor, passa 1-0 contro il Middlesbrough. In una partita priva di grandi emozioni, i Boro schiacciano i gallesi nella propria metacampo, senza però creare pericoli a Tom Heaton. Il Burnley sfrutta l’unica occasione dell’incontro: all’80, Andre Gray calcia dal limite dell’area, non lasciando alcun scampo a Victor Valdes. Tre punti importantissimi per il Burnley, che raggiunge quota 20 e scavalca proprio i Boro. #Cinici

Chelsea – Bournemouth 3-0

Dodicesima vittoria consecutiva per il Chelsea! La squadra di Antonio Conte schianta 3-0 il Bournemouth a Stamford Bridge. Nonostante le assenze pesanti di Kanté e Diego Costa, i Blues dominano a grandi tratti l’incontro, non lasciando spazio alle iniziative delle Cherries. Il Chelsea passa al ’24, con un gol tutto spagnolo: assist di Fabregas e rete di Pedro, che insacca con un bel pallonetto. Il raddoppio arriva ad inizio ripresa, quando Simon Francis, al ’49, commette fallo in area di rigore: sul dischetto va Eden Hazard, che non sbaglia. Il match si chiude definitivamente al ’93, quando, ancora, Pedro insacca con un bel tiro dal limite, che batte Artur Boruc. Antonio Conte non si ferma più, e continua a vincere e mantenere distanti gli avversari. #Invincibili

Pedro Rodriguez, 29 anni. L'ex-Barcellona ha siglato una doppietta lunedì pomeriggio contro il Bournemouth.

Pedro Rodriguez, 29 anni. L’ex-Barcellona ha siglato una doppietta lunedì pomeriggio contro il Bournemouth.

Leicester City – Everton 0-2

Si rialza l’Everton in seguito alla sconfitta nel derby e abbatte il Leicester City di Claudio Ranieri al King Power Stadium. Le Foxes hanno giocato senza lo squalificato Jamie Vardy: 3 giornate per lui, dopo l’espulsione rimediata contro lo Stoke. Dopo un primo tempo privo di emozioni, il match si sblocca al ’51, con Kevin Mirallas che, trovandosi da solo davanti a Schmeichel, insacca facilmente. Le Foxes provano a reagire con l’argentino Ulloa, ma i Toffees chiudono l’incontro nei minuti finali, con il solito Lukaku. Pesante sconfitta per i Campioni d’Inghilterra, che scivolano in piena zona salvezza. #LaFavolaEGiàFinita?

Swansea – West Ham 1-4

Goleada del West Ham, che abbatte 4-1 lo Swansea al Liberty Stadium. Il primo tempo si chiude sull’1-0, grazie alla rete, al ’13, di Andre Ayew. Nella ripresa, gli Hammers dilagano: prima segna Winston Reid, su cross di Dimitri Payet (’50); poi, arriva il gol di Michail Antonio al ’78. Gli Swans cercano di riaprire la gara all’89, con il Re Leone, Fernando Llorente, ma, in pieno recupero, arriva il 4-1 di Andy Carrol. Vittoria importantissima per la squadra di Bilic, che si libera dalla zona salvezza.  La sconfitta è costata caro a Bob Bradley, allenatore degli Swans, che, nella serata di martedì, è stato esonerato dal presidente Huw Jenkins. #PokerSottoLAlbero

Manchester United – Sunderland 3-1

Vince anche il Manchester United di Josè Mourinho che, all’Old Trafford, abbatte 3-1 il Sunderland di David Moyes. Assoluto protagonista dell’incontro, Zlatan Ibrahimovic: è proprio lui, al ’39, a servire l’assist per l’1-0 di Daley Blind. Nella ripresa, è ancora lo svedese ad andare vicino al gol, per poi trovare il raddoppio, all’86, su suggerimento di Paul Pogba. Quattro minuti più tardi, è ancora Wonder Ibra a servire Mkhitaryan che, da pochi passi, insacca con un colpo di tacco al volo. Bisogna ammettere, però, che il terzo gol dei Red Devils è macchiato da una posizione irregolare del giocatore armeno, che si trovava in netto fuorigioco. Il gol della bandiera dei Black Cats arriva al ’91, con il nostro connazionale Fabio Borini, che segna una bellissima rete. Vittoria importantissima per i Red Devils: forse lo Special One ha trovato la cura a tutti i suoi problemi, Ibracadabra. #IlDioDelTuono

Zlatan Ibrahimovic, 35 anni, assoluto protagonista della vittoria dei Red Devils contro il Sunderland: 1 gol e 2 assist per lui.

Zlatan Ibrahimovic, 35 anni, assoluto protagonista della vittoria dei Red Devils contro il Sunderland: 1 gol e 2 assist per lui.

 

Hull City – Manchester City 0-3

Non perde colpi neanche il Manchester City: la squadra di Guardiola schianta 3-0 l’Hull City. Il City domina in lungo e in largo per tutti i novanta minuti, non lasciando nessuna occasione agli avversari. Le Tigers reggono un tempo ma, poi, i Citizens dilagano: prima, Yaya Tourè trasforma un rigore (’72), procurato da Sterling; poi, tocca a Kelechi Iheanacho siglare il raddoppio, servito da De Bruyne al termine di un rapido contropiede. Chiude i giochi un’autorete di Curtis Davies nei minuti di recupero, che devia nella propria porta un passaggio di Sterling. Vittoria importante per gli Sky Blues, che non mollano il Chelsea. #NonSoloAguero

Liverpool – Stoke City 4-1

Vince anche il Liverpool! La squadra di Jurgen Klopp, nonostante l’assenza di Philippe Coutinho, schianta 4-1 lo Stoke City. La partenza, però, è da brivido: dopo solo 12 minuti, i Potters trovano il gol con Jonathan Walters che, di testa, incorna un cross di Erik Pieters. I 53.000 dell’Anfield spingono i Reds verso il pareggio, che arriva al ’34: Adam Lallana recupera un pallone intercettato dalla difesa dello Stoke e, quasi dalla linea di fondo, insacca alle spalle di Lee Grant. Al ’44, arriva il vantaggio del Liverpool, con Roberto Firmino che, di sinistro, insacca su suggerimento di Milner. Nella ripresa, la squadra di Klopp dilaga: al ’59 arriva l’autogol di Gianelli Imbula Wanga, mentre al ’70 arriva il poker di Sturridge. Vittoria importantissima del Liverpool, che rimane al secondo posto, a -6 dal Chelsea. #YNWA

Southampton – Tottenham 1-4

Al St. Mary Stadium di Southampton, il Tottenham schianta 4-1 i padroni di casa. Per gli Spurs – privi dell’infortunato Erik Lamela – le cose sembrano mettersi subito male: dopo soli 69 secondi, i Saints passano in vantaggio grazie alla rete di Virgil Van Dijk che, di testa, insacca sulla punizione di Ward-Prowse. La reazione degli uomini di Pochettino è immediata: al ’19, Dele Alli si avventa su un cross deviato da un difensore e, di testa, inganna l’uscita di Foster. Gli Spurs passano, poi, al ’52, grazie al solito Uragano, Harry Kane che, su cross di Eriksen, svetta di testa e sigla il 2-1. Lo stesso Kane, fallisce la doppietta pochi minuti più tardi: a seguito di un fallo di Redmond – che costerà il rosso al giocatore dei Saints – il direttore di gara assegna un penalty al Tottenham. La punta inglese, però, si fa parare il tiro. Gli Spurs chiudono il match nei minuti finali, grazie ai gol di Heung-Min Son e Dele Alli. Per il 20enne, con questa doppietta, siamo a 6 gol in Premier League. Vittoria importante per gli Spurs, che mantengono le distanze dallo United. #VentoForza4

Curiosità:

Quello siglato da Troy Deeney contro il Crystal Palace è stato il suo gol numero 100 con la maglia del Watford. Il capitano degli Hornets, ora, è il calciatore più prolifico della storia del club

L’Arsenal, con la vittoria odierna, è il secondo club della storia della Premier League a raggiungere le 300 vittorie casalinghe. Prima dei Gunners, ci era riuscito solo il Manchester United.

Quella contro il West Bromwich è stata la presenza numero 100 in Premier League per Mesut Özil. Per lui, fino ad ora, 35 assist. Meglio di lui, a questo traguardo, solo Eric Cantona (39 assist).

Troy Deeney, 28 anni. Il capitano del Watford, contro il Crystal Palace, ha siglato il suo centesimo gol con la maglia degli Hornets.

Troy Deeney, 28 anni. Il capitano del Watford, contro il Crystal Palace, ha siglato il suo centesimo gol con la maglia degli Hornets.

Prossimo Turno

Nel prossimo turno, quello di Capodanno, il Chelsea ospita lo Stoke City, mentre l’Arsenal affronta il Crystal Palace. Big match di giornata fra due delle inseguitrici dei Blues: ad Anfield va in scena Liverpool-Manchester City. Lo United, invece, ospita, all’Old Trafford, il Middlesbrough. Partita difficile per il nostro Walter Mazzarri: il suo Watford ospita il Tottenham. Le Foxes di Ranieri, invece, cercheranno di rialzare la testa contro il West Ham.

Classifica: Chelsea 46 pt.; Liverpool 40 pt.; Manchester City 39 pt.; Arsenal 37 pt.; Tottenham 36 pt.; Manchester United 33 pt.; Everton 26 pt.; Southampton 24 pt.; West Bromwich, 23 pt.; Watfird 22 pt.; Bournemouth, Stoke City, West Ham 21 pt.; Middlesbrough 18 pt.; Leicester City, Burnley 17 pt.; Crystal Palace 16 pt.; Sunderland 14 pt.; Swansea, Hull City 12 pt.

 

Per vedere cosa è successo nella scorsa giornata, clicca qui

Andrea Fabris (@andreafabris96)

PER TUTTE LE NEWS E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI