Nuova stagione, soliti risultati. La Premier League 2020/21 riapre il sipario sul nuovo Campionato cosi come lo aveva chiuso ad inizio estate. Il launch match del Sabato è dedicato a Fulham ed Arsenal, ed i Gunners, freschi vincitori della Community Shield, non hanno tradito le attese. Lacazette ed Aubameyang subito a segno, hanno fissato il risultato sul 3 a 0 regalando i primi 3 punti stagionali ad Arteta. Parte bene anche il Crystal Palace, che grazie al solito Zaha piazza il colpo sul Southampton, che nonostante una buona reazione, non riesce a rimettere in carreggiata una gara rimasta comunque sempre molto incerta.

Nel segno di Salah

(Shaun Botterill/Getty Images)

16 anni dopo l’ultima volta, il Leeds, ritrova i campi di Premier e lo fa contro i campioni in carica. La squadra del “loco” Bielsa si conferma una di quelle da attenzionare durante l’arco della stagione. Nonostante il vantaggio immediato dei “Reds”, la reazione degli ospiti è furiosa, ed Harrison con una super giocata riesce a trafiggere Allison. Il Liverpool si riporta avanti con il colpo di testa di Van Dijk, ma subisce il nuovo pareggio dopo 10 minuti da Bamford. Salah a questo punto prende per mano i compagni e sigla il nuovo vantaggio con cui si chiuderà il primo tempo.

Ripresa, come prevedibile, dai toni meno accesi, ma il gol di Klich sembra poter regalare una gioia a Bielsa ed ai tifosi del Leeds. Una disattenzione, nei minuti finali, però, concede a Salah la possibilità di calciare il secondo rigore di giornata e di siglare la prima tripletta stagionale. L’egiziano, come spesso gli capita, è infallibile e l’impresa degli ospiti sfuma. Rimane, comunque, la sensazione che il Leeds sarà una squadra che potrà dar fastidio a molti in questo campionato.

Il sabato sera si chiude con la convincente vittoria esterna del Newcastle che regola il West Ham con i gol di Wilson ed Hendrick.

La prima Domenica della Premier nel segno dell’Italia

(L’abbraccio tra Mourinho ed Ancelotti nel Prepartita)

 

Il Leicester del neo acquisto Castagne, ex Atalanta, fa visita al West Bromwich nella gara delle 15. Le “Foxes” danno una vera e propria dimostrazione di forza, con un secondo tempo praticamente perfetto. Ci mette poco a farsi apprezzare anche in Inghilterra l’esterno che l’anno scorso ha ben figurato con Gasperini. Suo il colpo di testa che sblocca la gara al 56esimo. Ci pensa, poi, il solito Jamie Vardy a confezionare il netto 3 a 0 che candida il Leicester, ancora una volta, a protagonista del torneo.

La partita delle 17:30 mette di fronte due allenatori che ben conosciamo. Ancelotti e Mourinho si sfidano in un Totthenam-Everton che sarà la partita più divertente del weekend. Subito in campo molti volti nuovi sia da una parte che dall’altra, con Allan e James a dettare i tempi in mezzo per i blues e Doucourè e Doherty per i padroni di casa. Richarlison sfiora il vantaggio divorandosi un gol a porta vuota, ma a determinare il risultato finale è Calvert-Lewin con un colpo di testa che batte Lloris. Nonostante i tentativi degli Spurs sopratutto con Alli e Son, il risultato rimane invariato ed Ancelotti riesce a centrare il primo colpo stagionale.

Wolwes e Chelsea provano a crescere

Sheffield United – Wolverhampton è la gara delle 19 del Lunedi. I Wolves dopo la grande stagione appena chiusa che li ha visti crescere e fare un ottimo cammino anche in Europa League, vogliono provare a diventare una realtà del panorama calcistico Inglese ed Europeo. Lo Sheffield non è certo uno scoglio insormontabile ma la prestazione è convincente. Raul Gimenez e Saiss firmano il 2 a 0 che consegna i primi 3 punti a Nuno Espirito Santo.

Gioca male, ma vince il Chelsea di Frank Lampard. La gara contro il Brighton sembrava più semplice sulla carta, ma i “Blues” sembrano ancora impacciati e condizionati da una preparazione complicata. Jorginho apre le danze con un rigore conquistato da Werner, schierato da titolare insieme all’altro grande investimento dell’estate Londinese: Kai Havertz. La trasformazione dell’ex Napoli è perfetta e nonostante qualche errore in fase difensiva, il risultato rimane invariato fino al termine della prima frazione.

(Il destro di James, che sigla il gol del vantaggio del Chelsea)

La ripresa, però, si apre con i padroni di casa arrembanti che trovano il meritato pareggio dopo 10 minuti con una staffilata di Troussard. Il Chelsea accusa il colpo, ma una giocata da urlo di James sposta nuovamente l’ago della bilancia verso gli ospiti. Conclusione sotto l’incrocio dal limite che non lascia scampo al portiere di casa. Una deviazione sfortunata sul tiro al volo di Zouma, al 66esimo, beffa ancora Ryan incolpevole sui 3 gol subiti, e chiude di fatto la gara. Il Brighton non molla, ma il risultato non cambierà più. Lampard conquista i primi tre punti e prova a rilanciare le ambizioni del Chelsea, che dopo il mercato importante, non può fallire questa stagione.

Rinviate le sfide delle due squadre di Manchester:

Burnley-Manchester United e Manchester City-Aston Villa