Serata di grande spettacolo quella delle semifinali di andata dei play-off di Serie C. Alle 20:00 al Druso di Bolzano è andata in scena la sfida tra Sudtirol e Cosenza. Alle 20:45 il Siena tra le mura amiche ha affrontato il Catania di Lucarelli.

Entrambe le partite sono terminate con il punteggio di 1 a 0 per i padroni di casa. Sicuramente la sorpresa più interessante della serata è stato il gol di Cia che al 91′ ha regalato al Sudtirol la vittoria contro il Cosenza. Avevamo più volte elogiato la squadra Bolzanina che ha compiuto nel corso della stagione una vera e propria impresa. Mister Zanetti 35 anni sulla carta di identità, ha costruito una vera e propria corrazzata. Squadra solida dal punto di vista della fisicità, ma anche molto abile nelle giocate. Un 3-5-2 interpretato da manuale. Certo il Cosenza che ha dovuto affrontare tutte le sfide dei play-off ha risentito della fatica. Il doppio scontro contro la Sambenedettese nel giro di pochi giorni ha influito sulle energie psicofisiche della squadra. Ad onore del vero bisogna però dire che al ritorno con il pubblico delle grandi occasioni, il Cosenza ha tutte le carte in regola per poter ribaltare il risultato.

Il Catania di Lucarelli esce sconfitto da Siena, senza compromettere la qualificazione per la finale. Partita non entusiasmante. Il Catania spreca tante palle gol, mentre il Siena sempre bene accorto sfrutta l’occasione propizia che porta Marotta al gol al 70′. La squadra di Mignani ha fatto quello che sapeva fare bene. Giocare di rimessa e capitalizzare con cinismo le occasioni. Anche in questo caso al “Massimino” nella gara di ritorno sarà determinante l’apporto del pubblico per una rimonta senz’altro possibile.

A cura di Lorenzo Giardini