Un’estate rovente quella della squadra mercato della Juventus, con trattative che si susseguono e si accavallano, proprio come sta accadendo in questo momento con l’operazione che riguarda Marko Pjaca. Nonostante la dirigenza sia costantemente impegnata nell’affare clamoroso che verosimilmente riporterà a Torino Leonardo Bonucci, col trasferimento a Milano di Mattia Caldara e Gonzalo Higuain, non si trascura affatto il destino del croato, sempre più orientato verso la Toscana.

Così come raccontato qualche giorno fa, l’interesse della Sampdoria per il ragazzo rientrante dall’esperienza ai Mondiali con la sua Nazionale era diventato abbastanza concreto, con tanto di visita di Walter Sabatini al quartier generale milanese della Juventus. Tuttavia, l’agente del giocatore, Marko Naletilic, ha costantemente manifestato la preferenza per l’approdo in viola per il suo assistito.

Nella giornata di oggi è stato registrato un altro incontro, forse provvidenziale, tra Fabio Paratici e Pantaleo Corvino, stavolta nell’hotel in cui risiede il dirigente del club dei Della Valle. Come risaputo, l’intenzione della Juventus è quella di cedere in prestito con obbligo di riscatto Pjaca, ipotesi che però non ha mai trovato accoglimento tra i viola, i quali hanno espresso la volontà di optare per il semplice diritto di riscatto per una cifra che si aggira intorno ai 25 milioni di euro.

La novità della serata, però, sarebbe quella del parziale passo incontro della Juventus, che gradirebbe trasferire il proprio calciatore mediante la formula prestito secco, aggiungendo a ciò il passaggio alla Fiorentina, stavolta a titolo definitivo, di Stefano Sturaro, che non sembra far parte dei progetti della squadra allenata da Massimiliano Allegri e che non troverebbe quasi per nulla spazio dopo gli arrivi dei rinforzi nella mediana.

Cresce, dunque, la fiducia per il buon esito finale della trattativa, con le parti che si aggiorneranno nei giorni a seguire, tentando di limare ancora quelli che sono i dettagli dell’operazione che, all’attuale stato dei fatti, sembra esser destinata a realizzarsi.

a cura di E.Menegatti (@44gattdernesto)