Saluti fatti, permesso di non allenarsi col gruppo ottenuto. L’addio di Mauricio Pinilla all’Atalanta sembra ormai ufficiale, bisogna solo capire dove potrebbe andare ora il cileno. Certo è che visti i suoi 32 anni vuole restare in Italia e si sa: certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano. Si era vociferato di un trasferimento in Cina come di un ritorno in patria per poter finire la carriera all’U de Chile, senza dimenticare i sondaggi da squadre messicane. Mezzo mondo che lo cerca, ma Pinilla è convinto: può ancora dare molto. E allora le opzioni sono varie e due su tutte sembrano essere le più convincenti: Palermo e Genoa. A Genova la sua esperienza più recente prima dell’Atalanta, esperienza finita proprio per dei dissapori con Gasperini. Con i rosanero, invece l’ultima avventura risale a ormai 4 anni e mezzo fa, prima di passare al Cagliari. Vista la possibile partenza di Pavoletti, Genova sembra la destinazione più logica in quanto sarebbe il sostituto naturale dell’italiano, anche perché nonostante i due esoneri chi continua a convincere è Ilija Nestorovski, con cui a Palermo potrebbe giocarsi il posto.

Questo gennaio il valzer degli attaccanti potrebbe partire grazie ai movimenti del Napoli per Pavoletti come potrebbe non partire se si decidesse di aspettare giugno. Una cosa, però, è certa: Pinilla lascerà la Dea.

Nicola Cavagnetto (@cava_gnetto)