“Dopo dieci anni di rapporto professionale con il Torino, non credo sia giusto mettere in discussione la mia lealtà e la mia professionalità. Trovo quindi ingiuste le dichiarazioni del presidente Cairo e avrei preferito un chiarimento di persona». Risponde così Gianluca Petrachi al proprio presidente che commenta in maniera polemica l’ipotetica trattativa in corso tra il ds granata e la Roma “sarebbe una cosa grave, vorrebbe dire che c’è un conflitto di interessi”. 

Il Torino infatti, proprio come la società giallorossa e altri 4 club, si trova in questo momento in piena corsa Europa portando così il patron Cairo ad alludere ad una mancanza di lealtà del proprio dirigente. Dal canto suo Petrachi si difende “Il rapporto fra il presidente e un suo dirigente deve essere fondato sulla fiducia reciproca e il rispetto per i ruoli. Non capisco in che modo potrebbe concretizzarsi tale conflitto di interessi e l’eventuale avvicinamento di un’altra società è semplicemente la prova che il lavoro svolto sia stato di primo livello e il mio presidente ne dovrebbe solo essere orgoglioso. Mi dispiace constatare, che forse è il presidente Cairo che non ha più fiducia nei miei confronti e ne prendo atto con rammarico”.

Con l’addio di Monchi Ricky Massara, ex braccio destro di Walter Sabatini, ha preso le redini tecniche della Roma ed è ad oggi il ds ad interim della società giallorossa. Nonostante una sua conferma non sia del tutto da escludere, Pallotta e soci stanno sondando in maniera molto seria altre piste tra cui proprio quella che porta a Gianluca Petrachi. Sembra invece essere uscito dalla corsa Luis Campos, attuale ds del Lille.

Gianmarco Ricci (@RicciGianm)