Se all’inizio del caldo torrido di luglio mancano ancora cinque mesi, a Pescara l’aria è già irrespirabile.

Dopo l’esonero di Oddo, il club biancazzurro ha cominciato a sondare i primi nomi per il successore dell’ex terzino di Lazio e Milan. Il presidente Daniele Sebastiani ha contattato Zdenek Zeman – sulla panchina abruzzese nella stagione 2011/2012 e mai completamente dimenticato -, al quale ha offerto un contratto fino al 2018 con possibilità di iniziare un nuovo progetto. Tuttavia, questa pista non è semplice in quanto, almeno solitamente, il boemo non gradisce subentrare a stagione in corso.

Se Zeman dovesse dare una risposta negativa, non è da trascurare l’ipotesi del cosiddetto “traghettatore”: in questo caso, in lizza ci sarebbero Fabio Liverani e Davide Ruscitti, quest’ultimo attuale allenatore della Primavera.

Nelle scorse ore, invece, sono stati consideati anche altri profili, vale a dire quelli di Luigi De Canio, Delio Rossi e Ivo Iaconi. Tutti e tre sono ex allenatori biancazzurri, e conoscono molto bene la città e la piazza. 

Tante, dunque, sono le possibili soluzioni per il post Oddo.

Sempre durante la giornata di oggi, è stata definita la partenza del difensore slovacco Norbert Gyomber, che lascia così il Pescara dopo sei mesi. Il calciatore, arrivato in estate in prestito dalla Roma, giocherà in Russia con il Terek Grozny fino al termine della stagione.

Raffaele Campo  (@CampoRaffaele)

PER TUTTE LE NOTIZIE E GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI