L’Araba Fenice è un uccello mitologico che rinasce dalle proprie ceneri dopo la morte e proprio per questo motivo, simboleggia anche il potere della resilienza, ovvero la capacità di far fronte in maniera positiva alle avversità, coltivando le risorse che si trovano dentro di noi.

Si potrebbe tranquillamente dire che Perugia, nell’era Santopadre, è patria di questo uccello mitologico. Sono tanti, infatti, i calciatori ripartiti dall’Umbria biancorossa dopo diverse stagioni in chiaroscuro: Diamanti è solo l’ultimo dei tanti, ma chi sono i suoi colleghi? Scopriamolo insieme…

Gianluca Comotto, il capitano della rinascita

Siamo nel 2013 e il Perugia, dopo la doppia promozione Serie D – Seconda Divisione, è reduce dalla sconfitta nei playoff per l’accesso in Serie B contro il Pisa. Il progetto di Santopadre però è chiaro: riportare la squadra nelle categorie che più le appartengono. Per riuscire in questo compito, il fiore all’occhiello della campagna acquisti 2013/2014 è Gianluca Comotto, ex capitano del Torino ed ex, tra le altre, di Cesena e Fiorentina. La fiducia riposta dalla società sul terzino è talmente alta che gli viene affidata anche la fascia da capitano. Comotto non delude le aspettative e il Grifone a fine anno centrerà la promozione in Serie B a discapito del Frosinone.

Immagine correlata

Taddei, il colpo ad effetto per la piazza

Arrivata la promozione in Serie B, l’idea del presidente Santopadre è quella di regalare un colpo ad effetto alla piazza. Chi se non Rodrigo Taddei per portare gente al Curi? La mossa della società, sotto questo aspetto, si rivela più che azzeccata: più di settemila abbonamenti vengono rilasciati dalla biglietteria di Pian di Massiano, ma le prestazioni di Taddei deludono le aspettative. L’allora tecnico Camplone lo utilizza da regista, ma l’ex Roma in quel ruolo non rende al massimo e, col passare delle partite, finisce spesso in panchina. Nonostante tutto la squadra arriva ai play off, ma viene eliminata dal Pescara. Taddei rimane anche l’anno successivo, ma non riesce ad imporsi nelle gerarchie di Bisoli e alla fine della stagione rescinde il contratto con la società umbra.

Risultati immagini per taddei perugia

Giacomazzi, un affare dettato dal Siena

Altro colpo dal passato illustre è Guillermo Giacomazzi: lo storico capitano del Lecce arriva a Perugia nel 2014 da svincolato, a causa del fallimento del Siena, società con cui l’anno prima aveva disputato 38 presenze in Serie B. La sua stagione rimane tutto sommato positiva e nel 3-5-2 disegnato da Camplone l’uruguaiano non sfigura nel ruolo di difensore centrale. Lascerà il calcio giocato alla fine della stagione.

Risultati immagini per giacomazzi perugia

Guberti, da Roma con furore

Anno nuovo, stessa storia. Santopadre ci ha preso gusto ed ingaggia un nuovo giocatore dal passato illustre. Questa volta il fortunato è Stefano Guberti, centrocampista ex Roma e Sampdoria. Reduce dalla squalifica per il Calcioscommesse, Guberti inizialmente fatica a trovare il ritmo partita e trova più che altro la via della panchina. Il secondo anno perugino inizia molto meglio, con Guberti che riesce a trovare continuità e gol e sembra essere tornato quello di Genova. Ma è solo un’illusione, tant’è che a fine stagione lascia Perugia per accasarsi al Siena. In biancorosso un totale di 52 presenze e 5 gol.

Risultati immagini per guberti perugia

Brighi, cuore e polmoni per Bucchi

Estate 2016, Matteo Brighi si è appena svincolato dal Bologna e il presidente Santopadre pensa a lui per rinforzare il centrocampo di mister Bucchi. L’ex centrocampista della Roma non ci pensa un attimo e firma un biennale con gli umbri. Assoluto protagonista dell’annata dei Grifoni che si chiude ai play of contro il Benevento, Brighi in questa stagione non riesce a dare continuità nelle prestazioni e a gennaio arriva la rescissione del contratto che lo porta ad accasarsi ad Empoli. Per lui, in totale, 54 presenze e 4 gol con i biancorossi.

Risultati immagini per brighi perugia

Diamanti, l’ultimo trampolino per la Serie A?

Poteva arrivare già in estate, ma per motivi non definiti non se n’è fatto niente. Oggi però è arrivata la firma sul contratto che lo legherà al Perugia fino a fine stagione: Alessandro Diamanti è pronto a ripartire e lo farà dal capoluogo umbro. La voglia di essere protagonista in un campionato di livello ha prevalso sulle offerte faraoniche provenienti da USA e Qatar. Sarà l’ultimo treno per la Serie A? Lo scopriremo a fine stagione, intanto Perugia si gode la sua fenice più bella. Bentornato, Alino.

Risultati immagini per diamanti perugia

A cura di Gabriele Burini (@burini32)

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI